in ,

Alfa Romeo 155 V6: in azione un esemplare del 1996 da circa 490 CV

Sotto il cofano di questo esemplare è presente il motore V6 690RC da circa 490 CV a 11.800 g/min

Alfa Romeo 155 V6 Ti 1996

L’Alfa Romeo 155 V6 è una vettura da competizione progettata dalla casa automobilistica di Arese prendendo come base il modello di serie ma seguendo il regolamento tecnico della FIA per le vetture turismo di Classe 1. Con questo modello, il Biscione prese parte al campionato DTM dal 1993 fino al 1996.

In fondo all’articolo trovate un video pubblicato su YouTube da 19Bozzy92 che ci mostra un esemplare della 155 V6 Ti con livrea Martini Alfa Corse e con a bordo le ultime specifiche del 1996 per il campionato ITC (International Touring Car). Quest’ultimo è il nome utilizzato per il campionato DTM durante la sua ultima stagione.

Alfa Romeo 155 V6 Ti 1996
Alfa Romeo 155 V6 Ti con livrea Martini Alfa Corse

Alfa Romeo 155 V6: un esemplare del 1996 immortalato sul Circuito di Modena

Il veicolo è molto famoso per il suo motore V6 Busso usato dal ‘93 fino alle prime gare della stagione del ‘96. Si trattava di un propulsore profondamente rivisto, capace di sviluppare una potenza di fino a 470 CV a circa 11.600 g/min nella sua evoluzione finale.

Per la seconda parte della stagione del 1996, però, l’azienda utilizzò un nuovo motore più potente. Si trattava di un sei cilindri di 90° non derivato dal Busso ma da un sei cilindri PRV (sviluppato congiuntamente da Peugeot, Renault e Volvo) impiegato sulla Lancia Thema V6. Tale soluzione venne adottata per cercare di riguadagnare competitività e vincere il campionato costruttori.

Alfa Romeo 155 V6 Ti 1996

Le regole del campionato ITC riportavano che le auto partecipanti dovevano essere equipaggiate da un powertrain che condividesse alcune caratteristiche con un motore di produzione. L’Alfa Romeo 155 V6 Ti con questo propulsore è stata resa possibile grazie alla collaborazione tra Alfa Romeo e Lancia che avvenne negli anni ‘80. In quel periodo, infatti, il Biscione produsse alcune auto di Lancia per pochi anni.

In ogni caso, il nuovo powertrain, chiamato 690RC, era più leggero e potente poiché era capace di sviluppare fino a circa 490 CV a 11.800 g/min e raggiungeva un limite massimo di giri pari a 12.000.

Alfa Romeo 155 V6 Ti 1996

Grazie all’unità 690RC, Alfa Romeo iniziò a vincere e ottenere nuovamente dei risultati. Nonostante ciò, la 155 V6 Ti non riuscì a vincere il campionato. Molto probabilmente, se quel motore fosse stato introdotto all’inizio della stagione del ‘96, il marchio di Arese avrebbe potuto facilmente vincere.

Ritornando all’Alfa Romeo 155 V6 Ti catturata da 19Bozzy92, il video è stato girato durante l’evento Drive Experience 2019 presso il Circuito di Modena. Il veicolo è stato portato in pista dalla Scuderia GT e alla guida c’era il pilota Stefan Rupp.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento