in

Ford, GM e Fiat Chrysler riavviano le fabbriche statunitensi

Oggi General Motors, Ford e Fiat Chrysler inizieranno a riavviare gradualmente le loro fabbriche statunitensi

FCA Ford General Motors
FCA Ford General Motors

Oggi General Motors, Ford e Fiat Chrysler inizieranno a riavviare gradualmente le loro fabbriche statunitensi, con alcuni grandi cambiamenti messi in atto per aiutare a proteggere i lavoratori dal coronavirus. Secondo Ford, circa 59.000 operai della fabbrica, circa l’80% della forza lavoro, dovrebbero presentarsi al lavoro.

Alla GM, circa 15.000 dei 48.000 operai della compagnia dovrebbero lavorare lunedì, mentre altri rientreranno nelle prossime settimane man mano che la crescita della produzione continuerà, ha detto un portavoce dell’azienda. Nel frattempo, secondo le previsioni, circa un terzo della forza lavoro oraria di Fiat Chrysler, ovvero circa 16.000, inizierà a lavorare lunedì.

I luoghi di lavoro a cui torneranno appariranno in qualche modo diversi da quelli che hanno lasciato a metà marzo. “Lavoriamo sodo per immaginare un mondo con Covid-19 in un impianto di assemblaggio”, ha dichiarato il CEO della Ford Jim Hackett in un’intervista con la CNN venerdì. “Quindi avremo molta considerazione, ovviamente, per le distanze sociali. Avevamo due persone, ad esempio, che si trovavano all’interno del veicolo mentre scendeva lungo la catena di montaggio.
L’abbiamo fermato.” Tutte e tre le società hanno affermato che avrebbero accuratamente e frequentemente pulito le strutture e assegnato tempo extra tra i turni di lavoro per farlo. Alla Ford, ad esempio, le fabbriche che funzionavano su tre turni, o essenzialmente 24 ore su 24, lavoreranno su due turni per consentire più tempo per la pulizia. Nelle fabbriche Fiat Chrysler verranno assegnati 10 minuti per turno per la pulizia.
Le case automobilistiche hanno affermato che sottoporranno a screening i dipendenti con questionari prima di partire per il lavoro e amministreranno i controlli di temperatura quando entreranno negli impianti o in altre strutture. I dipendenti che sono stati recentemente esposti a qualcuno con il coronavirus o presentano una temperatura elevata o altri sintomi correlati a Covid-19 verranno inviati alle cliniche locali per i test prima di poter tornare al lavoro.
Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento