in

Tesla, Ford, Fiat e GM ottengono il via libera per riaprire le fabbriche a Detroit

I governatori del Michigan e della California stanno permettendo ai produttori di aprire fabbriche nei prossimi giorni, dando una mano a Tesla, Fiat Chrysler Ford e GM

I governatori del Michigan e della California stanno permettendo ai produttori di aprire fabbriche nei prossimi giorni, dando una mano a Tesla, Fiat Chrysler Ford e GM. Il governatore della California Gavin Newsom lascerà che i produttori riprendano le attività a partire da venerdì, mentre Gretchen Whitmer del Michigan ha aperto la strada per riaprire a partire dall’11 maggio. Ford Motor Co. giovedì si è unito a General Motors Co. e Fiat Chrysler Automobiles nel programmare il riavvio delle fabbriche Nord America per il 18 maggio.

“Non siamo ancora fuori dalla crisi, ma questo è un importante passo avanti”, ha detto Whitmer in una dichiarazione. “Questa è una buona notizia per il nostro stato, le nostre attività e le nostre famiglie lavoratrici”. La decisione di Whitmer apre la strada ai fornitori di componenti per iniziare a gestire le loro linee di assemblaggio per supportare gli impianti di veicoli a riprendere la produzione alla fine di questo mese. L’annuncio di Newson ha suscitato un applauso da parte dell’amministratore delegato di Tesla Elon Musk, che ha fortemente criticato gli ordini di chiusura.

La United Auto Workers, i cui membri gestiscono le linee di assemblaggio di Ford, GM e Fiat Chrysler, ha resistito ai precedenti sforzi per riaprire gli impianti. Ma il presidente del sindacato, Rory Gamble, ha segnalato all’inizio di questa settimana che l’UAW rimanderebbe ai produttori dopo aver partecipato alle riunioni con loro per salvaguardare la sicurezza dei lavoratori. “Le aziende contrattualmente prendono questa decisione e sapevamo tutti che questo giorno sarebbe arrivato ad un certo punto”, ha dichiarato Gamble in una dichiarazione. “La nostra attenzione e il ruolo di UAW sono e continueranno ad essere, sui protocolli di salute e sicurezza per proteggere i nostri membri”.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler: in Sud America la situazione dei fornitori è preoccupante

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento