in ,

Ferrari 340 America: la berlinetta Touring con motore V12 | Video

La gamma delle barchetta era caratterizzata da diverse versioni fra cui quella con carrozzeria Touring

Ferrari 340 America

Dal 1950 al 1952, Ferrari produsse una barchetta parecchio elegante in collaborazione con la Carrozzeria Touring di Milano. Stiamo parlando della Ferrari 340 America. Già dal suo nome è possibile comprendere fin da subito il destino di questo modello.

Infatti, il cavallino rampante voleva attirare l’attenzione degli appassionati americani con questa versione sportiva. In quegli anni, il mercato americano diventava sempre più importante ed Enzo Ferrari lo comprese subito.

Ferrari 340 America
Ferrari 340 America profilo laterale

Ferrari 340 America: sotto il lungo cofano troviamo un 12 cilindri da 220 CV di potenza

La 340 America deriva dalla 340 F1. Essa venne presentata per la prima volta in occasione del Salone di Parigi del 1951 sotto forma di un esemplare rivestito esternamente in nero e con interni in verde scuro.

La presentazione ufficiale in Italia, invece, avvenne durante il Salone di Torino nel 1952 con la partecipazione di Aurelio Lampredi, il progettista del motore da 4 litri presente sotto il cofano.

Ferrari 340 America

Parliamo di un’unità V12 con distribuzione mono albero a camme in testa e due valvole per cilindro e alimentazione con tre carburatori Weber 40DCF. La potenza complessiva erogata dal propulsore era di 220 CV a 6000 g/min (53,6 CV/litro di potenza specifica e 3,9 kg/CV di rapporto peso/potenza). Accanto al powertrain venne abbinato un cambio a 5 rapporti.

Grazie a queste caratteristiche, la Ferrari 340 America con trazione posteriore era capace di raggiungere una velocità massima di 240 km/h. A livello estetico, la vettura propone una grossa calandra cromata disposta più in avanti rispetto al resto del frontale.

Ferrari 340 America

La carrozzeria, realizzata in lamiera d’alluminio, è stata posizionata su un telaio a longheroni con traverse in acciaio. Pur essendo una vettura realizzata per un uso turistico, propone delle prestazioni elevate grazie al 12 cilindri.

Addirittura, alcuni appassionati del settore la considerano un’auto stradale con l’animo sportivo. Oltre alla versione con carrozzeria Touring, negli anni successivi arrivarono sul mercato le varianti berlinetta e quelle di Vignale e Ghia.