in ,

Dispositivo salvabambini Babybeep: contro le tragedie estive 

Uno strumento per impedire che i genitori dimentichino i piccini in auto sotto il Sole

Sul mercato ci sono tanti seggiolini salvabebè: strumenti per impedire che i genitori dimentichino i piccini in auto sotto il Sole. Piccoli che poi possono morire di asfissia o ipertermia, nell’abitacolo bollente. Fra i vari prodotti, c’è il dispositivo salvabambini Babybeep. Ricordiamo che il 6 marzo 2020 entreranno in vigore le nuove regole: puniranno i genitori di bambini con meno di 4 anni che non faranno uso dei dispositivi salvabebè.

In che cosa consiste il dispositivo salvabambini Babybeep

Anzitutto, Babybeep nasce dall’esperienza maturata sin dal 2013 dalla società barese “Esperienza Made in Italy” sul mercato di Israele. Qui, l’azienda ha realizzato un sistema, oggi leader di mercato, per la sicurezza dei bambini a bordo di autobus, scuolabus e vetture. Com’è fatto?

  • Fa scattare l’allarme se il conducente non prende visione della notifica di alert che gli arriva sul cellulare nel momento in cui si allontana dall’auto senza il bambino.
  • Avverte almeno 3 contatti di emergenza (indicati in fase di configurazione) con un sms che contiene le coordinate dell’auto.
  • Funziona anche se il conducente non ha con sé il cellulare, grazie a un segnale acustico, emesso dal dispositivo, che durante il tragitto gli ricorda la presenza del bambino in auto.
  • È il primo cuscinetto certificato da un ente terzo: Babybeep è conforme alle normative di riferimento e ai recenti obblighi di legge, come attestato dai laboratori di RadioMotive.
  • Possiede la funzione di abbinamento facilitato con gli smartphone: non richiede la digitazione di codici o la scansione di QR Code
  • Non dà falsi allarmi: rileva la presenza del bambino e non semplicemente il peso.

Gli alert del seggiolino salvabebè

Stando al Produttore, il cuscinetto babybeep, una volta collocato sul seggiolino, può essere abbinato a uno o più smartphone. Nel momento in cui il bambino viene posto sul seggiolino, il dispositivo emette un beep e sull’App appare la notifica “Il bambino è a bordo”. Nel caso in cui il conducente si allontani dall’auto senza portare con sé il bambino, babybeep invia una notifica sul suo telefono. Se il conducente non risponde alla notifica entro 2 minuti, scatta l’allarme tramite l’invio di SMS con le coordinate geografiche dello smartphone ai contatti segnalati. Oppure il sistema attiva la procedura di allarme per mezzo di un avviso sonoro che ogni 10 secondi ricorda la presenza del piccolo a bordo. Il prezzo consigliato al pubblico di babybeep è di 79,9 euro, IVA inclusa.

Quali numeri dei bimbi morti in auto per amnesia dissociativa

Dal 1990 a oggi, ben 1.664 bambini (l’87% dei quali aveva meno di 3 anni) sono deceduti perché lasciati inavvertitamente in auto. Un fenomeno dovuto a episodi di momentanea amnesia dissociativa.

Quali multe per chi viaggia senza seggiolino salvabebè

La multa è di 81 euro più il taglio di cinque punti-patente a chi circola senza il seggiolino salvabebè con piccini under 4 anni. Viceversa, con un bimbo alto meno di un metro e mezzo in auto, verbale di 83 e sottrazione di cinque punti. Comunque, la legge è debole. Il dispositivo è in regola con un’autocertificazione. E i controlli sulle cinture e sui seggiolini normali sono pochi; figuriamoci sui dispositivi salvabebè.