in ,

Limite di 150 km/h in autostrada: quando e dove

C’è la proposta in stato avanzato: per ora, il limite è di 130 km/h

Oggi il limite di velocità in autostrada è di 130 km/h e, se i gestori vogliono, possono alzarlo a 150. Domani, se un disegno legge in stato avanzato diverrà realtà, i gestori saranno obbligati a innalzare la soglia e così avremo il limite di 150 km/h in autostrada.

Il Limite oggi è facoltativo

Ai fini della sicurezza della circolazione e della tutela della vita umana, la velocità massima non può superare i 130 km/h per le autostrade, i 110 km/h per le strade extraurbane principali, i 90 km/h per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali, e i 50 km/h per le strade nei centri abitati (con la possibilità di elevare tale limite fino a 70 km/h per le strade urbane le cui caratteristiche costruttive e funzionali lo consentano). In caso di precipitazioni atmosferiche di qualsiasi natura, la velocità massima non può superare i 110 km/h per le autostrade e i 90 km/h per le strade extraurbane principali. Ma attenzione: sulle autostrade a tre corsie più corsia di emergenza per ogni senso di marcia, dotate di apparecchiature debitamente omologate per il calcolo della velocità media di percorrenza su tratti determinati (Tutor), gli enti concessionari possono elevare il limite massimo di velocità fino a 150 km/h. Però sulla base delle caratteristiche progettuali ed effettive del tracciato, previa installazione degli appositi segnali. Ma i 150 facoltativi dipendono da:

  • intensità del traffico,
  • condizioni atmosferiche prevalenti,
  • dati di incidentalità dell’ultimo quinquennio.

I 150 km/h domani potrebbero essere un obbligo

Lì dove oggi i 150 km/h sono facoltativi, domani diverranno obbligatori, se il disegno legge diverrà realtà. Ma perché i gestori non approfittano dei 150 di oggi? Perché un limite più alto significa spesso più incidenti. E più sinistri significa pedaggi meno costosi. Non è conveniente sotto il profilo della sicurezza e dei profitti. E allora, chi ha proposto i 150 obbligatori, che obiettivo ha? Dice che si inquina di meno. Perché il traffico è più scorrevole.

L’Asaps contro i 150 km/h in autostrada

Nessuno ha una risposta certa, matematica, sulla sicurezza stradale legata al limite. Impossibile dire se ci siano più incidenti coi 150 km/h o coi 130 km/h. Comunque, l’Asaps (Amici Polstrada) è contro i 150. Vediamo perché.

  • Arriveremo all’assurdo che potremo andare fino a 200 km/h con appena il prelievo di 3 punti. Così ne toglieremo 5 a chi non allaccia le cinture e fa male solo se stesso e ne toglieremo  3 a chi rischia di massacrare gli altri andando a 200 km/h di media.
  • I camion continueranno a viaggiare ad 80 km/h e quando andranno in sorpasso si ergerà un muro per alcuni km, nella terza corsia si fionderanno in tanti a velocità elevata e proprio lì, nel differenziale di velocità, si realizzeranno i presupposti degli schianti.