in ,

Alfa Romeo: 2019 negativo anche in Giappone, vendite in calo anche per Maserati

Ecco come sono andate le vendite dei marchi italiani in Giappone nel corso del 2019

Alfa Romeo chiude in negativo il 2019 anche in Giappone, un mercato dove le auto di importazione rappresentano una nicchia che attira prevalentemente appassionati e collezionisti. Nel corso dell’anno appena terminato, Alfa Romeo ha venduto un totale di 2.370 unità in Giappone registrando una quota di mercato pari a 0.68% dell’intero mercato delle auto d’importazione.

Rispetto ai dati dell’anno precedente, quando le vendite superarono quota 2.500, Alfa Romeo fa registrare un calo percentuale del 5.6%. A pesare sui risultati complessivi del 2019 del marchio italiano sono gli scarsi dati raccolti nel mese di dicembre chiuso da Alfa Romeo con un calo del 17.9% rispetto ai dati del dicembre dell’anno precedente.

Anche Maserati in calo

Come Alfa Romeo, anche Maserati registra un 2019 decisamente negativo in Giappone. Il brand del Tridente, che ha registrato dati di vendita scarsi in tutti i principali mercati mondiali, chiude l’anno con un totale di 1453 unità vendute in Giappone e con una quota di mercato dello 0.36% dell’intero settore delle auto d’importazione.

Per Maserati si registra un calo percentuale del 13.3% rispetto ai dati raccolti nel corso del 2018. Anche sui dati di Maserati pesa il pessimo risultato di dicembre 2019. Il marchio del Tridente ha chiuso l’anno con un mese da 167 unità vendute ed un calo percentuale del 23.4%.

Ottimi dati per Abarth, vendite stabili per Fiat

Tra i vari marchi italiani presenti in Giappone, si segnala l’ottima performance di Abarth che ha nel mercato giapponese uno dei suoi principali mercati a livello internazionale. Il brand dello Scorpione, infatti, ha chiuso il 2019 con un totale di 2.628 unità vendute facendo registrare una crescita percentuale del +11.7% con una quota di mercato dello 0.75%.

Stabili, invece, le vendite del marchio Fiat che chiude il 2019 con 5.988 unità consegnate in Giappone facendo registrare un calo dello 0.4%, pari a poche decine di unità vendute in meno. Fiat ha una quota di mercato, relativa al settore import nipponico, del 1.72%. Nel corso del 2020, il marchio torinese dovrebbe lanciare sul mercato nipponico la nuova 500 Elettrica che sarà esportata dall’Italia (la city car verrà prodotta esclusivamente a Mirafiori).

Da notare, tra i brand di FCA, anche le oltre 13 mila unità vendute di Jeep. Il marchio americano entra nella top 10 dei brand del settore import giapponese per volumi di vendita e registra una crescita del +16.8% rispetto ai dati raccolti nel corso del 2018.

2019 da record per Ferrari

La casa di Maranello continua il suo programma di espansione e ottime riscontri eccellenti anche in Giappone. Nel corso del 2019, infatti, Ferrari ha consegnato 870 unità sul mercato giapponese facendo registrare una crescita percentuale del +13.7% rispetto ai dati raccolti nel corso del 2018. La casa italiana registra risultati migliori rispetto a diverse dirette concorrenti come Lamborghini, protagonista di un 2019 ugualmente da record. La casa bolognese ha ha esportato 678 unità con una crescita del 24.9%.