in ,

Nuovi autovelox a Roma: contro l’alcol sono inutili

Dopo il duplice omicidio stradale nella capitale, il Comune pensa a nuovi autovelox

Nuovi autovelox a Roma. Tutto nasce dal duplice omicidio stradale nella notte tra sabato 22 e domenica 23 dicembre 2019, in corso Francia, a ridosso di Ponte Milvio. Luogo di ritrovo dei giovani di Roma Nord. È la movida della capitale. Pietro Genovese è il ragazzo alla guida dell’auto che ha travolto e ucciso le due sedicenni: Camilla Romagnoli e Gaia Von Freymann. È stato arrestato per omicidio stradale. Il ragazzo, figlio del regista Paolo, è ai domiciliari.

Nuovi autovelox a Roma: l’annuncio

Non ci sono certezze su nulla. S’indaga. Il giovane, portato in ospedale per gli accertamenti di rito, sarebbe risultato positivo agli accertamenti alcolemici e tossicologici. Insomma, pare fosse con troppo alcol in corpo. E con droghe nel sangue. Ma è tutto da verificare. Oltretutto, occorre stabilire che gli stupefacenti siano stati assunti poco prima della guida: legge discutibile, ma pur sempre legge. Dei rilievi si occupa la Polizia locale del Gruppo Parioli. Si sentono testimoni. Al vaglio anche le immagini delle telecamere di sorveglianza. La macchina e il cellulare del ragazzo sono stati sequestrati. Pure per capire se il ragazzo fosse illegalmente distratto alla guida: col telefonino in mano. Sentiamo allora l’annuncio del Comune: nuovi autovelox a Roma.

Autovelox a Roma: dove

Viaggiamo a 200 multe al giorno per eccesso di velocità. Verranno installati 29 autovelox fissi, dice il comandante della Polizia Municipale, Antonio Di Maggio. A cominciare da quello nella galleria Giovanni XXIII per il quale sono già cominciati i sopralluoghi. A corso Francia non è possibile. Ci saranno quelli mobili nella parte del viadotto, come già a Tor di Quinto e Ponte Milvio nelle notti dei fine settimana e anche in altri giorni. Fra le strade ad alto scorrimento, dove gli autovelox saranno autorizzati dalla Prefettura, ci sono:

  • la bretella A/24 Portonaccio-tangenziale est,
  • via Aurelia,
  • il Raccordo anulare,
  • la Cristoforo Colombo,
  • Foro Italico,
  • via della Magliana,
  • viale dei Romagnoli,
  • via del Fosso di Santa Maura,
  • via di Tor Bella Monaca,
  • i viadotti dei presidenti della Repubblica fra Vigne Nuove e Bufalotta (Gronchi, Pertini, Saragat e Segni).

Autovelox e alcol: coppia strana

Ma a che cosa serve un autovelox contro la guida in stato d’ebbrezza? Rispondiamo noi. A niente. Anzi, è dannoso nella lotta contro chi è ubriaco. Viaggia a mille all’ora, arriva la multa a casa per eccesso di velocità, paga la sanzione, non comunica il nome del guidatore, non perde punti della patente. Invece, per stroncare il fenomeno della guida in stato d’ebbrezza, servono controlli di agenti in carne e ossa su strada: fermare, multare, ritirare immediatamente la licenza di guida. Autovelox contro l’alcol? Inutile.