Ferrari e Aston Martin multate dall’Ue perchè inquinano

Ferrari
Ferrari

Arriva una cattiva notizia questa volta per Ferrari. La celebre casa automobilistica del cavallino rampante è stata multata insieme ad Aston Martin dall’Unione Europea. La multa è arrivata in quanto le due aziende motoristiche avrebbero violato i limiti previsti dalle norme del vecchio continente per quanto riguarda le emissioni. Si tratta comunque di fatti avvenuti nel 2015 per i quali solo adesso da Bruxelles è arrivata questa multa di 410 mila euro per lo storico marchio automobilistico del Presidente Sergio Marchionne. Ovviamente per un’azienda come Ferrari questa multa ha un importo molto modesto, ma non è tanto questo che preoccupa i dirigenti del brand italiano.

Ferrari multata e preoccupata per il futuro

La cosa che spaventa di più Sergio Marchionne e soci e che nei prossimi anni questi limiti per cui Ferrari è stata multata saranno sempre più rigidi e dunque per case automobilistiche che producono super car come Ferrari diventa sempre più difficile poter rispettare la legge. Proprio da ciò, secondo gli addetti ai lavori, è derivata l’intenzione annunciata tempo fa da Sergio Marchionne di realizzare a partire dal 2019 per tutti i modelli presenti nella gamma dell’azienda di Maranello una versione ibrida. Questa dunque potrebbe essere considerata come l’inizio di una nuova epoca per il marchio automobilistico che ha fatto la storia del nostro paese per quanto concerne il mondo dei motori.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: premiata anche in Olanda come auto dell’anno

Ferrari
Ferrari: c’è preoccupazione per il futuro del cavallino rampante a seguito dei limiti sulle emissioni che in Europa diventano sempre più ‘stretti’

Leggi anche: FCA arresta la produzione di Fiat Ducato a Sete Lagoas in Brasile

I puristi tremano all’idea della comparsa dei primi motori elettrici

Ovviamente queste novità spaventano molto anche tutti gli appassionati ed in particolare i fan di lunga data di Ferrari che temono in futuro uno snaturamento dei veicoli che verranno prodotti a Maranello quando inevitabilmente arriveranno nella gamma i primi propulsori elettrici che notoriamente non emettono alcun rumore. Questo ovviamente cozza con la tradizione di Ferrari, che potrebbe essere messa a dura prova in futuro. Per il momento la casa italiana pensa a pagare la multa e va avanti, ma ovviamente la minaccia derivante dall’avanzata delle nuove tecnologie non fa dormire sonni tranquilli ai ‘Ferraristi’ più puristi. 

 

  • umberto

    Un altra notizia talmente inutile che fa solamente ridere! Che le
    auto potenti superino i limiti di emissioni non penso che sia una novità, che in futuro dovranno cercare con tutti i mezzi di ridurle altrettanto, quindi tutta questa presunta “paura” della Ferrari è semplicemente qualcosa che serviva all’autore per scrivere quattro cretinate….. L’unica cosa realmente degna di valutazione e perché l’U.E. ha multato solo un marchio Italiano e uno Inglese, ecco su questo punto forse sarebbe ora che si intervenisse perché questi lecchini dei tedeschi iniziano realmente a rompere le p….., siamo passati da uno scandalo di porci falsificatori di centraline senza che la U.E. intervenisse seriamente e poi fanno la multa alla Ferrari perché, come ampiamente dichiarato dalla stessa, i suoi motori superano le emissioni! …. Fortunatamente in America sono più seri e alla fine i porci tedeschi pagheranno, sarà sempre poco ma almeno pagheranno!

    • Paolo Guidi

      Si è stata una cosa che rasenta la follia multare la Ferrari perché inquina troppo, non.mi risulta che le Porsche vadano ad acqua va beh stendiamo un velo pietoso che è meglio . A proposito domenica ho fatto un bel test con una delle due gta di Milano che devo provare prima di decidere e WAOH stupenda precisione millimetri ca assetto perfetto Joni con molle Eibach braccetto supporto e infiammare sostituiti un anno fa , modifica al cambio con spaziatura del leveraggi ridotti in modo da diminuire il movimento di innesto tra unatura marcia e l’altra, sostituzione dello scarico con uno identico ma in acciaio inox ma diverso internamente e con un rumore leggermente più cupo interni come nuovi esterno senza graffi o ammaccature cerchi perfetti ora tocca provare l’altra è poi deciderò bye bye

      • umberto

        Sembra proprio che sia stata modificata in maniera ottimale….. In più essendo già iscritta riar hai le agevolazioni per l’assicurazione…. Controlla sempre la sostituzione della cinghia.

        • Paolo Guidi

          Si è stata fatta a 91000 km perciò ha circa 5000 km all’attivo

          • umberto

            ottimo, allora è un’auto da valutare attentamente, già in origine ha un’ottima stabilità ma con quegli ammortizzatori e relative molle migliora ancora di più!

            • Paolo Guidi

              Infatti provata in tangenziale nei curvoni dei ponti o sopraelevate dove ci sono le caditoie di collegamento non perfettamente livellate tra loro l’assetto non si scomponeva minimamente impressionante . Sai sono modifiche che l’attuale proprietario ha fatto con l’aiuto di un amico capo offciina Alfa Romeo da appassionato Alfa Romeo . È comunque alla base di tutto c’è sempre una gran passione .

              • umberto

                benissimo, quindi hanno fatto un gran lavoro….. ottimo! d’altronde Alfa Romeo è passione, sia nel guidarla che nel metterci le mani sopra!

  • Gianni Polimeni

    Alla fine saremo costretti a vedere le Ferrari con i pedali. Ma per allora, spero il più tardi possibile, il sottoscritto avrà lasciato questo mondo crudele. Non sopravviverei…

  • Gius

    se han multato per 410.000 € Ferrari, per quante centinaia di milioni dovrebbero multare VW che ha volontariamente truccato milioni di motori per ingannare le norme anti-inquinamento ? Ah, ma quelli sono Tedeschi, intoccabili o l’UE va a sfascio. Penoso !