AlfaRomeo Stelvio Quadrifoglio, prime foto ufficiali sul web

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio: foto ufficiale

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio oggi 16 novembre 2016 sarà presentato ufficialmente al mondo intero. A poche ore dall’arrivo di questo modello che cambierà la storia di Alfa Romeo, siamo in grado di mostrarvi  le prime foto ufficiali di questo veicolo destinato a cambiare la storia della gloriosa casa automobilistica del Biscione.

Queste immagini mostrano il primo SUV nella storia di Alfa Romeo, sia all’esterno che al suo interno. Ricordiamo che il veicolo del brand milanese di Fiat Chrysler Automobiles fa il suo esordio nel segmento dei Suv, con l’obiettivo di rubare clienti alle rivali tedesche di Audi, Bmw e Mercedes.

Le foto che pubblichiamo a margine di questo articolo sono state rese pubbliche sul web solo da poche ore e subito hanno fatto il giro del mondo.

Foto ufficiali dal web

Le prime immagini ufficiali di Alfa Romeo Stelvio mostrano carrozzeria ed interni del veicolo. A prima vista viene confermata la somiglianza con la berlina Alfa Romeo Giulia, soprattutto per quello che concerne la parte anteriore della vettura così come del resto era apparso subito evidente dalla foto spia  provenienti dall’interno dello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Cassino, dove lo Stelvio è stato ripreso accidentalmente nella catena di montaggio in un video girato dalla stessa Fiat Chrysler alcuni mesi fa’.

Queste immagini però mettono in evidenza anche  la muscolosità della carrozzeria del primo suv del brand milanese che sarà lungo esattamente 4,68 metri. Questo primo dato mette in evidenza una certa analogia con veicoli del calibro di Porsche Macan e Bmw X3. Lo stile coupè del tetto invece lo rende concettualmente vicino a Mercedes GLC. 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: ecco come cambiano i metodi di vendita al cliente

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio: linee muscolose trapelano dalle prime immagini ufficiali per il nuovo suv del Biscione

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Carabinieri: nuove immagini in pista

Tra due mesi già sul mercato in Europa e negli USA

Oggi dunque sarà un giorno storico per Fiat Chrysler Automobiles con la presentazione del primo suv del Biscione Alfa Romeo Stelvio, un veicolo considerato come fondamentale per il rilancio del brand automobilistico italiano nel mondo dei motori dopo un periodo molto difficile. Ricordiamo che per Sergio Marchionne e soci l’obiettivo primario è quello di giungere a 400 mila immatricolazioni complessive per Alfa Romeo entro la fine del 2018. Per ottenere questo, il successo commerciale di Alfa Romeo Stelvio sarà fondamentale. Non a caso il modello entro due mesi, così come specificato dal numero uno Reid Bigland, arriverà sul mercato in Europa e negli Stati Uniti. 

I prezzi presunti del nuovo Suv

Alfa Romeo Stelvio avrà un prezzo di partenza di circa 40 mila euro, sarà prodotto da fine novembre nello stabilimento Fiat Chrysler di Cassino. La versione top di gamma Quadrifoglio, che molto probabilmente sarà la prima ad essere mostrata costerà circa 80 mila euro. I motori sono gli stessi della berlina Giulia e anche la piattaforma modulare. Questo significa che vi saranno versioni di questo Suv a trazione integrale e altre a trazione posteriore. 

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio: il volante
Ecco alcune delle caratteristiche che emergono per quanto riguarda il nuovo Suv

Le prese d’aria dedicate agli intercooler, le appendici areodinamiche con paraurti maggiorati, lo spoiler in carbonio e cerchi in lega da 21 pollici con  impianto frenante carboceramico sono solo alcune delle prime caratteristiche che emergono dalle immagini che giungono a poche ore dalla presentazione ufficiale che avverrà oggi 16 novembre 2016 alle ore 18.15 da Los Angeles e che sarà possibile seguire in streaming.  Infine per quanto riguarda gli interni del nuovo Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, segnaliamo che l’abitacolo ricorda molto da vicino quello della berlina Alfa Romeo Giulia.

Pelle e Alcantara per gli interni di Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Si tratta infatti di un interno molto tecnologico ma nello stesso tempo anche minimalista. Questo si caratterizza per la presenza di pochi pulsanti e un sistema di infotainment con schermo da 8.8 pollici. La plancia si sviluppa sempre in orizzontale e risulta leggermente più alta è massiccia rispetto a quella di Giulia ma comunque molto ordinata. La top di gamma Quadrifoglio, che poi è il modello immortalato nelle foto, presenta rivestimenti in pelle e Alcantara, cuciture a contrasto e modanature di alluminio o carbonio un po’ ovunque.

  • Maurizio Dallara

    bella, per il mercato usa manca di un motore da circa 320/330 cv a benzina secondo me (cosa ci faranno con tutti questi cavalli in usa poi )…Il disegno della plancia mi sembra meno elegante di quello della Giulia, ma almeno non c’è il tremendo display spada nella roccia.

    • Gianni Polimeni

      Appunto, che ci fanno? Ed allora sono inutili…

      • remo bianchi

        Non importa se Alfa Fiat jeep od altro di Fca .Ciò che importa è che la Ferrari rimanga sempre italiana.Dato che sono un Ferrarista Malato penso che ognuno possa seguire i propri gusti e scegliere per le proprie tasche un prodotto Fca.Solo perché sono Ferrarista compro auto del gruppo.Oggi c’è ne abbastanza.Fiat Tipo ottima per il suo segmento.Jeep il max nei fuoristrada.Maserati una meraviglia senza concorrenti ed Alfa la vera sportiva d attacco .Tanti i ricordi di infanzia con Alfetta ,Giulietta, Gt veloce ….auto che non avevano concorrenti ai loro tempi.La Ferrari un sogno….Ma la Giulia e la Stelvio sono molto belle e come tecnica e prestazioni mi sanno molto di piccoli gioielli fatti da gente che ne sa’.Lo Stelvio come la Giulia hanno quel gusto che le altre tedesche blasonate non hanno.Ghibli uno spettacolo,non c è Bmw serie 5 o Audi A6 o Mercedes che possa batterla per estetica e stile.Le finiture sono oltre gli altri concorrenti.Giulia Idem ma ora lo Stelvio e veramente sopra a tutte per tutto. Insomma se potessi le comprerei tutte ,anche la Renegade ma non posso e non voglio sbagliare per non avere dei rimpianti.Sì rimpianti perché lo Stelvio è esagerato e non me ne frega niente se non ha certi accessori o pugnette varie.Non mi faccio le seghe mentali.Voglio un auto vera,che emetta un suono,che abbia un anima.Da fuori per me è stupendo,come lo era la Gt e la 156,ma questo ha qualche ingrediente che nelle alfa non ho mai visto negli ultimi 30 anni.Nel DNA c è qualcosa di Maranello e questo mi sembra più che sufficiente e dovrebbe bastare per non fare paragoni con le altre.Da qui si può risorgere ed è per questo che le stanno provado tutte per fare in modo che Fca non c’è la faccia.Poi non tutti sono intenditori e tecnici e quindi l auto deve piacere e basta e deve avere un qualcosa di emozionale che colpisce chiunque anche uno che non ne sa.Uno come me che però compra Fiat punto…Alfa …..Panda ……e adesso Dodge solo perché è Fca.Poi liberi di comprare quello che volete ma io sono tifoso sempre non solo la Domenica quando c è il G premio.Sempre solo forza Ferrari.

        • Gianni Polimeni

          Concordo pienamente con te!

  • Motorhaus

    E niente a me la Stelvio proprio non piace….

    • Gianni Polimeni

      Visto il nome che porti, ti piaceranno solo le auto crucche. A noi, invece, piace il bello!!

      • Motorhaus

        Prima di tutto non giudicare un libro dalla copertina, potresti rimanere veramente sorpreso, inoltre è bello ciò che piace, la Giulia mi piace molto e la considero la migliore berlina al momento in generale, questa invece proprio non mi piace, troppo goffa nella parte posteriore. Tanti saluti

        • Gianni Polimeni

          Mi sa che non hai visto la presentazione. E’ possibile, ti consiglierei di guardare altri servizi, su YouTube ce ne sono parecchi. Conditi di valutazioni entusiaste. Se poi si tiene conto delle caratteristiche tecniche, mutuate dalla Giulia, è facile capire che è già nettamente superiore alle sue concorrenti. I gusti sono gusti, altrimenti come si giustificherebbe la venditi di alcune mostruosità…

          • Motorhaus

            La metafora della copertina era riferita al tuo giudizio sui miei gusti in base al mio nickname, non sto mettendo in discussione la parte tecnica della Stelvio, che anche a mio avviso è un passo avanti alla concorrenza, dico solo che l’estetica non mi piace. Ps: una piccola confidenza giusto per chiarirti da che parte “tiro”, mi sto organizzando per un potenziale acquisto di Alfa Giulia TB… non penso di dover aggiungere altro.

            • Gianni Polimeni

              Confidenza per confidenza, mio padre ha avuto una Giulietta (anni 60), un’Alfetta ed una 75. Io una 164 V6TB ed adesso un GT150CV.. Mia figlia ha una Giulietta 1600 120CV Exclusive. Tutti alfisti e lo Stelvio mi sembra proprio incarnare l’anima Alfa. Ma la mia prossima auto sarà una Ghibli. Mai una tedesca…

              • Paolo Guidi

                E bravo Gianni

                • Gianni Polimeni

                  A meno che la nuova Alfetta….

    • Paolo Guidi

      E chi se frega piacerà a migliaia di altri utenti

      • Motorhaus

        Madonna e mo come farò a prendere sonno?…

  • Matteo Monzu Rosselli

  • regalo di compleanno oserei dire splendido!!!