Di sicuro in Alfa Romeo nessuno ha mai scartato a priori il progetto, ma le bocche cucite sull’eventuale arrivo della variante Giulia Sportwagon sono indice di una fumata nera. Nulla di deciso, semplicemente.
La logica vorrebbe, visti i volumi di vendita delle berline tre volumi (che sono comunque in aumento) in Italia, che una versione famigliare di una berlina di segmento D arrivi e nel più breve tempo possibile. Peccato però che nel resto del mondo la logica sia opposta, in molti paesi, infatti, le station sono considerate auto da lavoro e di scarso “appeal”.

I dubbi che il management FCA nutre nei confronti di questa variante non sono quindi molti ma abbastanza importanti. La sensazione è che la dirigenza Alfa Romeo punti molto sul nuovo Stelvio, che verrà presentato a novembre al salone di Los Angeles. L’accoglienza del pubblico sarà determinante: un’importante richiesta del suv potrebbe far accantonare il progetto SW, probabilmente per razionalizzare la gamma. Altro indizio che avvalora questa tesi è la brusca accelerata che ha subito il progetto, a listino nel mese di febbraio secondo le fonti più attendibili.

Giulia Station Wagon: un’occasione da non perdere

alfa romeo giulia station wagon
Giulia station wagon 2017

Ci sono però svariati motivi sulla carta per cui avrebbe non solo senso una versione di Giulia station, ma addirittura successo. Il primo, a cui i costruttori sono sempre più oculati, è il costo. Sviluppare una variante di carrozzeria è molto meno oneroso rispetto allo sviluppo di un modello ex novo ed i marchi tedeschi a cui si deve contrapporre proprio la Giulia ne sono una evidente prova.

Fra coupè, coupè a quattro porte e spider, la soluzione famigliare è inoltre la meno costosa. In secondo luogo, proprio per perseguire l’obiettivo di portare via clienti a marchi premium affermati, una maggiore offerta amplia le possibilità di scelta del cliente e della percezione che ne deriva. I listini di Audi, BMW e Mercedes sono sempre più lunghi ed offrono una gamma sempre più ampia, dalla utilitaria alla fuoriserie. La versione touring permetterebbe di combattere ad armi pari con la concorrenza, specie nel nostro paese dove le famigliari vanno per la maggiore, senza per forza dover ricorrere al suv. I rappresentanti così come i padri di famiglia avrebbero una vera alternativa e l’opportunità di avere un’auto sportiva italiana da usare tutti i giorni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Alfa Romeo Giulia Sportwagon, debutto rimandato al 2017?

Sempre più al giorno d’oggi la partita premium si gioca sulla percezione del marchio e la voragine che lascerebbe l’assenza della Giulia Sportwagon, tanto gloriosa nel passato Alfa Romeo, sarebbe insensata. Questa volta più che mai, proprio perché si tratta della Giulia e proprio perché FCA se lo può permettere, sarebbe meglio fare meno di conto e lavorare ancora sulle sensazioni che solo un marchio come quello di Arese sa regalare.

Alfa Romeo Giulia Sportwagon gli ultimi render fotografici
  • No
    Così le nostre 156 gta sportwagon predono quota 😂😂😂😂

  • Se non fanno la SW di sicuro non la compro…

  • Diego Fabozzi

  • umberto

    personalmente ritengo inutile la Giulia Sw, il gruppo offre già dei prodotti per tale tipologia di auto e se proprio uno vuole un Alfa più “comoda” può indirizzarsi sullo Stelvio (o come si chiamerà)

    • remo bianchi

      Penso che la Giulia verra’ venduta in paesi dove le station non vanno’ neanche se gliele dai gratis.Cina e USA,Canada,Brasile.Qui si fanno i numeri,poi forse se tutto andra’ bene potranno ampliare la gamma ma per ora non e’ essenziale.Il mercato europeo sara’ di secondo piano e verra’ condizionato e attaccatto da altri continenti,dove sono meno Tedescofili

      • umberto

        Sono pienamente d’accordo, d’altronde la Giulia ha un suo obbiettivo, e con la sw c’entra poco!

  • Magari!!!

  • Si

  • Per me si ci vuole una sport wagon come fu per la 159

  • Si

  • Un mostro

  • Blackimp

    mah io posso capire che ci sia chi la compri e quindi che valga la pena farla. Non certo fare la versione da 510 cavalli. Se uno vuole la familiare per correre al nurburgring va da uno bravo e sta in terapia 3 anni e capisce di aver sbagliato qualcosa nella vita 😀
    io nei piani alfa comincerei a mettere in cantiere un nuovo paraurti frontale visto che per come è pensato adesso se ne spaccheranno a decine.

    • Motorhaus

      Quel che dici non ha senso logico

      • Blackimp

        beh in effetti davanti ad argomentazioni così esaurienti non posso che cambiare idea 😀

        • Motorhaus

          no sul serio fartelo capire richiederebbe una lunga spiegazione, quindi ti basti sapere che ai miei occhi, non ha senso quel che hai scritto. Specialmente la parte della familiare da record su pista… Ma pure il fatto del paraurti. Vabbe tutto insomma dai

          • Blackimp

            ti farò un disegnino 😀

            • Motorhaus

              Visto che insisti: In un mondo dove si vendono suv con marchio M e suv con marchio AMG, non vedo perché non prendersi una parte di vendite con una station potente. Non per forza chi compra la 510 cavalli, andrà in pista. E ti ricordo la one-off Ferrari station wagon. Guarda le Ferrari della serie scuderia/speciale/challenge stradale, poche di queste persone la porteranno in pista (controlla pure i dati su internet). Detto ciò, ti ho spiegato il perché della illogicità della tua frase velatamente simpatica: vai in analisi perché hai sbagliato qualcosa nella vita. È un generalizzare talmente insensato che evito di dire ignorante, solo per non offenderti. Per quanto riguarda i paraurti fragili, non sono pensati per usarli come sensori di parcheggio, oltretutto preferirei mille volte un paraurti fragile dalla bella linea ad uno resistente ma meno appetibile. Più che farmi fantomatici disegnini con delle ancor meno probabili lezioni di fisica, ti consiglio di fare un grande bagno di umiltà, di modificare l’approccio ma specialmente di finirla di scrivere a vanvera.

              • Blackimp

                quindi le tue grandi argomentazioni sono: hanno fatto delle ferrari assurde che erano degli inutili esperimenti – ovviamente la ferrari secondo te vende quanto un’alfa – quindi perché non ripetere la scemenza sull’alfa? può essere che lo facciano. La battuta su chi può comprare un’auto del genere ci sta tutta visto che è come comprare un aereo e tenerlo in un hangar a meno di non passare la vita sulle autostrade tedesche. se prendi un’auto che fa 300km all’ora per usarla solo in strada hai dei problemi ed in effetti chi vende auto di solito ne approfitta un po’. Ovviamente nelle tue analisi così logiche non hai temuto conto che un suv potente, se usato per i suoi veri scopi, può avvantaggiarsi benissimo di 510 cv – infatti la versione stelvio con quel motore si farà – e che non c’entra una mazza paragonare un suv che nasce già bilanciato per avere una certa forma con una stationwagon che è una normale berlina pensata e bilanciata per essere tale cui aggiungono la gobba sulla schiena. Beh la tua logica sul paraurti è talmente geniale che capisco di aver perso del tempo a risponderti. Non credo che tutta la clientela auto sia così intelligentemente fanatica da essere felice di scoprire che il paraurti non serve a nulla a meno di non sostituirlo ogni volta che si prende una botta. ovviamente nelle tue grandi vedute non hai pensato che ci sono infiniti modi di ripensarlo senza quel difetto. io credo che qualsiasi prodotto tu compri il produttore sarà sempre felicissimo di averti come cliente

  • Certo

  • Luca Mian per me è SI!

  • Bellissima 👍👍👍

  • The Man From Another Place

    Sarebbe una scelta commercialmente vincente. Se si vuole davvero vendere, servono anche varianti di modello, che con pochi investimenti garantirebbero ottime vendite. Su questo si che dovremmo ispirarci noi ai tedeschi! Sul resto, sulla tecnica, sono loro a dover seguire l’Alfa Romeo!

  • Francesco Tarquinio

    Non e’ nei piani al limite faranno la coupe’ con i motori piu’ potenti o meglio con le potenze piu’ alte ovvero 2.9 v6 q.v. 510 2.0 tbi multiair 200/280 cv e forse 330 cv biturbo e 2.2. jtdm 180/210 cv ma per ora dopo Stelvio si fa l ammiraglia “961” e la nuova giulietta t.p. “962” con annessi suv derivati da essi il resto e’ tutto in divenire in base alle vendite mondiali

    • Blackimp

      tu hai notizie di quando pensano di fare uscire la prossima giulietta? mi sembri informato – o stai riportando altre testate giornalistiche ? 🙂

  • beppedelp

    Siiiii, è troppo bella. La voglio!

  • Matteo Bramucci

    Non è poi così essenziale la sw….anche i rappresentanti sono passati al SUV senza rimpianti…le tedesche vendono le sw solo perché le versioni berlina sono inguardabili.
    La Giulia è bellissima così è non ha bisogno di fratellastri o sorellastre.

    • umberto

      concordo in pieno con te!

  • don vito

    Una station e una station allroad…..

  • Paolo Guidi

    Secondo me la Giulia deve avere assolutamente la versione sportwagon come nella migliore tradizione , ricordate cosa erano 156 e 159 ?

  • Alberto Ferrante

    Non so su cosa si basi questa affermazione nell’articolo: “Peccato però che nel resto del mondo la logica sia opposta, in molti paesi, infatti, le station sono considerate auto da lavoro e di scarso “appeal”..
    Vivo in Svezia e posso assicurare che qui e in tutto il resto del nord e centro Europa la percentuale delle SW (chiamate Kombi) nelle classi medie ed alte supera tranquillamente il 50% del venduto.
    Personalmente condivido il fatto che non abbiano appeal ma il mercato si fá anche con il cervello oltre che con il cuore.
    Se poi si vuole recuperare il tempo perso in tanti anni di assenza a favoresoprattutto dei marchi tedeschi allora serve un programma ampio e completo.

    • Alessandro Pacileo

      L’affermazione ha un senso logico, il mercato Italiano e’ particolare nel volere a tutti costi il “portellone” su qualsiasi tipo di macchina – come se poi girassero sempre tutti portandosi dietro la casa. Per questo motivo, in Italia non si sono quasi mai viste per esempio le versioni saloon di auto di successo come Focus, Civic, A3 (ebbene si, esiste una A3 col “bauletto”) e Corolla che, vivendo all’estero, avrai notato in giro.

      Per quanto riguarda le SW, la Svezia e’ con l’Italia una delle roccaforti per il tipo di vettura; Altri mercati hanno una richiesta molto, molto minore – quelli Europei di lingua inglese per esempio; Negli USA, le “giardinette” non vogliono vederle nemmeno con il binocolo, un po’ per i disastri combinati dai produttori USA con la tipologia negli anni ’70-’80, un po’ perche’ fanno il ragionamento “tanto vale prendere il SUV”; Mentalita’ che tra l’altro sta affermandosi sempre di piu’ anche in Europa.

      • Blackimp

        beh io penso che per gli spazii che ci sono in Europa, sia preferibile e più comodo avere una SW che un suv, per di più il suv consuma molto di più per ovvie ragioni. non comprerei mai una SW ma sul fatto che abbia mercato, non avrei dubbi. Anzi tipicamente la SW diesel.