Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: la recensione di Jeremy Clarkson

Alfa Romeo Giulia
Jeremy Clarkson ha finalmente potuto guidare - e recensire - la nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio.

Finalmente anche Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ha la sua recensione ‘griffata’ Jeremy Clarkson, il celebre giornalista, saggista e conduttore televisivo inglese. Ricordiamo che questo noto personaggio è considerato un vero e proprio Guru scrivendo per The Sun e per The Sunday Times su temi che riguardano il mondo dell’automobile, Clarkson inoltre è assai noto anche per il fatto di essere stato fino allo scorso anno il conduttore del programma britannico Top Gear. Proprio in queste ore, sul sito Driving.co.uk, è stata pubblicata la sua recensione della nuova Alfa Romeo Giulia. Ricordiamo che il giornalista britannico è un grandissimo fan della gloriosa casa automobilistica del Biscione, tuttavia per realizzare questa recensione ha cercato di essere il più imparziale possibile. 

I difetti di Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio secondo Jeremy Clarkson

Jeremy Clarkson proprio per questo motivo è voluto partire a quelli che secondo lui sono i principali difetti di Alfa Romeo Giulia. Secondo il noto giornalista e conduttore inglese la portiera del guidatore è troppo piccola o comunque è messa nel posto sbagliato. Infatti secondo lui entrare ed uscire dall’Alfa Romeo Giulia non è poi cosi agevole. Qualche critica arriva anche per il volante, secondo Clarkson infatti questo nella Giulia è privo di illuminazione notturna e dunque aumentare il volume dello stereo può diventare una cosa assai difficile, infatti si deve usare la manopola centrale e questo a volte può portare anche a fare degli errori. Infine ultimo elemento che può essere considerato un difetto, secondo il noto giornalista britannico, è il serbatoio da 58 litri, che secondo lui per una vettura così grande e sportiva è un po’ poco. Qualche piccola critica arriva anche per le qualità nelle rifiniture degli interni.

Jeremy Clarkson
Jeremy Clarkson

I pregi di Alfa Romeo Giulia secondo il giornalista britannico

Secondo Jeremy Clarkson tuttavia i pregi di Alfa Romeo Giulia sono nettamente superiori ai suoi difetti. Egli mette in evidenza la potenza del motore V6 2.9 da 510 cavalli, che non ha eguali nella categoria e che promette di fare divertire molto, tutti gli appassionati della velocità che avranno il privilegio di mettere le mani su questa vettura.  Secondo l’ex conduttore di Top Gear, Alfa Romeo Giulia Quadrifogliè una gioia assoluta da guidare. Lo sterzo è veloce, ci sono solo due giri del volante, il che significa che non è necessario quasi nessun input e dunque nelle strade veloci l’automobile si guida con estremo piacere. Poi ci sono i freni dotati dischi carboceramici, che sono sintonizzati perfettamente e garantiscono dunque prestazioni di assoluto valore.

Il giornalista apprezza molto le sospensioni che rendono la guida della vettura molto piacevole anche quando la strada non è delle più facili. Il pezzo forte di questo veicolo, secondo Clarkson, è il rombo del motore assolutamente una delizia per le orecchie di un appassionato come lui. Ovviamente il conduttore televisivo esperto di motori apprezza tantissimo anche il design di questa vettura, tipicamente nello stile italiano e assolutamente all’altezza della storia di Alfa Romeo. Infine si parla dello spazio nel bagagliaio che è assolutamente promosso, a differenza dello spazio per i passeggeri dietro che secondo il giornalista in una berlina così grande poteva anche essere maggiore, anche se Jeremy ha comunque riconosciuto la grande comodità dei sedili.

  • Paolo Meloni Salvatore Porcu

  • Leggere la Vera prova in inglese di Jeremy ha tutto un altro effetto !

  • Lori Marrocu se lo dice il maestro…

  • umberto

    diciamo che se questi sono i difetti la Giulia è veramente una macchina ben fatta!…. comunque è un soggetto simpatico e questo evita qualsiasi critica!

  • Alfa1967

    Ho la Giulia 150cv atm8 da pochi giorni.
    Condivido le perplessità riguardo il serbatoio,sulla 159 ero abituato a 70litri.
    L’ingresso nell’auto non è dei più agevoli.
    La radio la comando facilmente dalla consolle centrale che è più comoda del volante.
    La seduta e’ favolosa come la tenuta di strada.
    Dei sedili posteriori non mi interessa visto che X lavoro giro da solo.
    Consumi,misto autostrade con code e extraurbano,20km/l
    Per me gran bella auto italiana

    • Punti di vista.. “‘ingresso nell’auto non è dei più agevoli.” se sei alto, ma se uno è basso ci entra meglio

      • Il nabbo di turno

        C’è da dire che clarkson è un bello stangone, alto e largo.

    • DP

      Cmq anche il commentatore la pensa così, i difetti li elenca x fare l’imparziale ma la conclusione è netta: la QV è superiore all’M3. Poi addirittura lo ripete, quasi incredulo. Insomma, difficile pensare a un parere più elogiativo.

  • Il nabbo di turno

    Sui difetti c’è molto humor inglese, come per l’entrata nella portiera anteriore, e per la visibilità posteriore, ma per il resto, ha detto che l’auto ha centrato l’obiettivo, quello di avere un’alternativa valida alle tedesche.

  • don vito

    In questo momento asolutamente la migliore nela classe…..

  • ILKönz

    Peccato che la Quadrifoglio sia un modello di nicchia esattamente come la 4C, buona giusto per far sorridere qualche vecchio rimbambito dalla nostalgia ma ancora pieno di soldi come appunto è Clarkson. Senza nulla togliere al buon Jeremy, il cui humour tipicamente brit ho sempre apprezzato.

  • Caterina Dinca

    Bene ora che finalmente me l’ha detto lui la posso comprare..Domani mi recherò dal concessionario della mia città.. OHOOO è appena fallito.. mi scordavo.. Bohoo se non vado al supermercato vado e mi compro la macchina fuori..