Alfa Romeo Stelvio 2017: un nuovo render sul web

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio

Il prossimo veicolo della casa automobilistica del Biscione, che arriverà sul mercato dopo la berlina di segmento ‘D’ Giulia, sarà Alfa Romeo Stelvio. Questo veicolo è destinato a fare molto rumore quando arriverà sul mercato nella prima metà del 2017, essendo un esordio assoluto nella categoria dei Suv per il noto marchio del Biscione, che prova in questa maniera a trovare il proprio spazio nel segmento premium del mercato auto, con una serie di veicoli di altissimo livello, che arriveranno dagli stabilimenti italiani del marchio milanese nei prossimi anni. Questo con l’obiettivo di rivoluzionare completamente la gamma dei veicoli del brand automobilistico di Arese. Proprio per questo motivo le attese dei fan ‘alfisti’ nei confronti di questo modello sono molto elevate, così come si evince molto chiaramente facendo un giro per il web tra forum e blog.

Il nuovo rendering di Alfa Romeo Stelvio

Proprio per questo motivo, grande interesse suscita ogni nuovo render che viene proposto sul web di Alfa Romeo Stelvio. Oggi vi vogliamo mostrare un nuovo rendering pubblicato nelle scorse ore sul sito ‘auto-moto.com’ che mostra come potrebbe essere la linea definitiva di questa nuova automobile, che sarà presentata in novembre al Los Angeles Auto Show e verrà prodotta entro la fine di quest’anno nello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Cassino, così come anticipato dal numero uno del gruppo italo americano presieduto da John Elkann, l’amministratore delegato Sergio Marchionne. 

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio: ecco un nuovo rendering sul nuovo veicolo del Biscione che verrà presentato in autunno.

Il suo nome prende spunto dal celebre colle della Alpi

Ricordiamo che il nome del futuro SUV Alfa Romeo Stelvio deriva dal famoso colle delle Alpi italiane. Nel tentativo di ricostruzione e ritorno al successo commerciale del Biscione, la casa italiana punta sulla categoria più in voga attualmente sul mercato e cioè quella dei Suv. Questo veicolo sarà il  futuro rivale di Audi Q5 e BMW X3, auto a cui è pronto a dare battaglia. Questo modello presenta come base la cosiddetta piattaforma modulare Giorgio,  al pari della berlina Alfa Romeo Giulia. Oltre allo stesso stabilimento produttivo il nuovo Suv condivide con la Giulia molto a cominciare da design, motori e trasmissioni.  Questa macchina, unica nella gamma Alfa Romeo, si prevede che raggiungerà la maggior parte delle sue vendite in Europa,  questo soprattutto per quello che concerne le versioni 2.0 turbo a benzina e diesel 2.2 JTDM.

I prezzi dovrebbero partire da 36 mila euro

Come già avviene su Alfa Romeo Giulia, i due blocchi 4-cilindri sono compatibili con il cambio a 8 rapporti automatico e  la trazione integrale Q4. Inoltre segnaliamo anche che è previsto l’arrivo anche i modelli dotati di motori meno potenti. Al top della gamma, la suv Alfa Romeo Stelvio erediterà il propulsore biturbo V6 2.9 lo stesso della versione più sportiva della berlina Giulia con un motore con oltre 510 cavalli di potenza.  Il nuovo crossover di Alfa Romeo sarà  inoltre desideroso di attirare i clienti del Nord America. Proprio per questo motivo la sua presentazione avverrà al Los Angeles Auto Show a novembre, mentre il suo arrivo sul mercato dovrebbe avvenire agli inizi della primavera 2017. Infine a quanto pare il suo prezzo base dovrebbe essere intorno a 36.000 euro.

  • geepat

    36000 mi sembra troppo poco, praticamente non ci sarebbe sovrapprezzo rispetto alla Giulia.

    • dongg

      si esatto io direi che almeno 37000-37500 euro.

  • Bellissima

  • Francesco Tarquinio

    40 mila euro partira’ lo stelvio a pari motore e allestimento Giulia per essere allineato alla BMW X3

  • Dongu

    Direi che colle è una definizione sbagliata: lo Stelvio è semmai un passo di montagna che si trova nei pressi dell’omonimo monte al confine tra la Lombardia e il Trentino regioni prettamente montuose. I colli (colline) si trovano nelle zone non montuose (vedi colli Euganei). Detto questo aspettiamo ‘sta macchina da un sacco di tempo e speriamo di non venire delusi per l’ennesima volta.