La possibile uscita dal calendario di Formula 1 a partire dalla stagione 2017 del GP di Monza, confermata dopo giorni di indiscrezioni nei giorni scorsi dal presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani che dichiarò “Ogni sforzo è stato vano. Ormai non vi sono più i margini per trattare”, non è ancora così sicura. Per Monza, a sorpresa, potrebbe esserci ancora una speranza per restare in Formula 1 anche nel corso della stagione 2017. Sulla pagina Facebook ufficiale dell’autodromo di Monza, la Sias, la società che gestisce il circuito, ha, infatti, rilasciato un comunicato ufficiale in cui si evidenzia quanto segue:

“La Sias non ha ricevuto alcuna comunicazione ufficiale relativamente al fallimento della trattativa per rinnovare l’accordo con FOM, al fine di trattenere a Monza il Gran Premio d’Italia dal 2017. Non possiamo quindi che ribadire la nostra fiducia in Angelo Sticchi Damiani, presidente ACI, che sta facendo tutto il possibile per far sì che Monza possa continuare a essere la naturale sede del Gran Premio nel nostro paese. I vertici di Sias continueranno a fare responsabilmente la propria parte, mettendo a disposizione una parte delle risorse economiche necessarie a garantire il rinnovo e portando avanti il piano di risanamento per cui hanno ricevuto mandato.”

monza circuito superbike 2016

E’ chiaro, quindi, che a differenza di quanto emerso domenica la situazione legata al futuro del GP di Monza non è ancora vicina ad una soluzione definitiva. Le parole di Sticchi Damiani, in cui si evidenzia la totale assenza di margini di trattativa, rappresentano un dato di fatto incontrovertibile ma, per Monza, la parola fine alla sua esperienza in Formula 1 non è ancora stata scritta.

Al momento, è bene sottolineare, mancano del tutto dichiarazioni ufficiali da parte del Formula One Management (FOM) che, nel caso di fine effettiva della trattativa, avrebbe già dovuto ufficializzare l’uscita dal calendario di Formula 1 da parte del circuito di Monza. Nel corso dei prossimi giorni potrebbero, quindi, emergere nuovi dettagli sulla situazione destinata, in ogni caso, a risolversi in tempi brevi. Ricordiamo che, con l’uscita di scena di Monza, il GP d’Italia potrebbe trasferirsi ad Imola, dove le infrastrutture per ospitare il circus della Formula 1 sono già pronte, o al Mugello che ha ottenuto l’omologazione dalla FIA poco tempo fa.