Ferrari richiamo per 800 esemplari

Ferrari richiamo per 800 esemplari

Sono numerosi i richiami auto che interessano le case automobilistiche di tutto il mondo e, nonostante l’eccellenza, a volte possono riguardare anche alcuni dei brand e dei modelli di lusso. È proprio il recente caso che ha coinvolto la Ferrari che è stata costretta a richiamare 814 modelli, a seguito dell’insorgere di problemi relativi alla sicurezza dei passeggeri. Ecco di seguito tutti i dettagli in merito.

Per adesso le vetture interessate al richiamo della Casa di Maranello sono relative soltanto al mercato americano, ma non è da escludere il coinvolgimento anche di altri veicoli distribuiti in altri continenti.

Il costruttore italiano ha richiamato 814 modelli per procedere alla sistemazione del’airbag frontale del guidatore, montato in maniera errata. Secondo quanto riportato dall’ente che si occupa della sicurezza stradale negli Stati Uniti (NHTSA),  si tratta di una problematica riscontrata dalla stessa Ferrari mentre faceva una serie di test sul modello della 458 Italia. In pratica la pelle che va a ricoprire il cuscino gonfiabile è stata incollata non in modo idoneo e l’airbag è stato posizionato in maniera scorretta. Un difetto che potrebbe causare lo scoppio  dell’airbag e ferire il guidatore. Occorre sottolineare che al momento non è stato registrato alcun incidente a seguito di questa problematica.

Il richiamo della Ferrari riguarda quasi tutti i modelli prodotti nel periodo compreso tra il mese di dicembre 2014 e di aprile 2015. Esattamente gli esemplari interessati al richiamo sono la Ferrari 458 Italia, la Ferrari 458 Spider, la Ferrari 458 Speciale, la Ferrari 458 Speciale A, la Ferrari California T, la Ferrari FF, la Ferrari F12 Berlinetta e LaFerrari.

Controllando il sito del Ministero dei Trasporti non risultano, al momento, pubblicati richiami nel nostro paese per i modelli del Cavallino.