FCA: Firmato il nuovo contratto, stipendi legati ad efficienza ed obiettivi

di -
fca contratto

Dopo le lunghe trattative dei mesi scorsi, FCA e CNH Industrial hanno firmato insieme alle sigle sindacali  Fim-Cisl, Uilm-Uil, Fismic, Ugl metalmeccanici e Associazione quadri e capi Fia il nuovo rinnovo del Contratto Collettivo Specifico di Lavoro (CCSL) basato sul modello contrattuale, con turnistica a ciclo continuo a 20 turni settimanali, valido per un totale di 85 mila dipendenti dei due gruppi in Italia. La validità del contratto è fissata per il quadriennio 2015-2018. 

Il punto di maggiore interesse del nuovo contratto collettivo stilato da FCA è rappresentato, senza alcun dubbio, dal particolare sistema retributivo basato sul raggiungimento degli obiettivi di redditività ed efficienza che porterà, al conseguimento di determinati target indicati all’interno del contratto, l’erogazione di un totale di 7.000 e i 10.700 Euro in premi per ogni lavoratore nell’intero periodo di validità contrattuale. Si tratta di un buon bonus sicuramente interessante anche se inferiore, ad esempio, al bonus ricevuto dai dipendenti di Porsche nel 2014 pari a ben 8.600 Euro. In ogni caso, siamo di fronte ad un primo importante passo in avanti per la crescita del sistema di produzione e di retribuzione per i dipendenti italiani del gruppo italo-americano. Da notare che per i neo assunti viene introdotto, in via sperimentale, un nuovo sistema di inquadramento a tre livelli in sostituzione del tradizionale sistema ad otto livelli.

Ecco quanto dichiarato in una nota diffusa alla stampa da FCA e CNH Industrial “Con il nuovo sistema retributivo e con le altre innovazioni che lo accompagnano, FCA e CNH Industrial ritengono di aver compiuto un importante passo in avanti verso un coinvolgimento ampio e maturo delle persone che lavorano per raggiungere gli obiettivi strategici dei due Gruppi”