Nuovo motore: il “miracolo” che lascia indietro Tesla, Ford e GM

Ippolito V
Un “miracolo” tale da lasciare indietro Tesla, Ford e GM: si presenta così il nuovo X-Engine, che potrebbe riscrivere le regole del gioco
Motore termico LiquidPiston

I motori a combustione interna hanno forse i giorni contati o forse no. Per quanto la Commissione Europea e in altre parti del mondo, anche in Cina e negli Stati Uniti, sembrino sul punto di toglierli dalla circolazione, certe compagnie si ostinano a mantenerli in vita. Vi state chiedendo in che modo? È davvero semplice: attraverso soluzioni innovative, modulari e convenienti sotto il profilo economico. È quanto si prefigge di fare LiquidPiston, alle prese con uno dei progetti più interessanti in assoluto. Questo a maggior ragione dopo aver sottoscritto accordi dal valore di 30 milioni di dollari coi Governi per il motore XTS-210. La scommessa imprenditoriale, che porta la firma degli Shkolnik, Alexander e Nikolay, si basa su due tecnologie innovative, entrambe in grado di attirare l’attenzione degli addetti ai lavori.

X-Engine rivoluzionerà il mondo dei motori a combustione

Motore HEHC ciclo

La prima consiste in un sofisticato ciclo termodinamico brevettato: l’HEHC, il Ciclo Ibrido ad Alta Efficienza. Almeno sulla carta il sistema sviluppato saprebbe ridurre del 30 per cento i consumi di carburante in confronto ai cicli Otto o Diesel tradizionali. L’HEHC, lo ricordiamo, consiste in un nuovo ciclo termodinamico a 4 tempi che combina elementi dei cicli Otto , Diesel , Atkinson e Rankine .

Il secondo asso nella manica è l’X-Engine, il quale, rapportato ai motori a combustione interna rotativi, costituisce la soluzione ideale in termini di raffreddamento, tenuta, emissioni, lubrificazione ed efficienza. Da un bel po’ di tempo a questa parte, si discute di come risolvere certe note dolenti e LiquidPiston pare avere la risposta in tasca. Stando alle comunicazioni ufficiali degli addetti ai lavori, l’X-Engine riscrive gli standard di dimensioni, leggerezza e vibrazioni, ridotte in maniera sensibile. Gli Shkolnik avevano in mentre di riconcepire la tecnologia tradizionale dei motori, nello specifico i limiti di efficienza e di ingombro, rispettivamente dei sistemi a benzina e gasolio.

Recentemente vi abbiamo anche parlato di un nuovo motore rivoluzionario ad 1 tempo lo INNengine E-Rex

Motore Liquid Piston X-engine

Dati alla mano, il motore a combustione interna vanterebbe una potenza di dieci volte superiore e consumerebbe il 30 per cento in meno rispetto agli omologhi diesel da 25 CV. Il fatturato è cresciuto del 156 per cento sul 2022, frutto dei passi in avanti compiuti con le soluzioni brevettate dai tecnici. Le modalità di applicazione interessano sia il ramo militare sia quello commerciale, relativo a droni, aeromobili senza pilota e generatori mobili.

Engine ‘X’ essenzialmente “inverte” il motore Wankel. Mentre un motore Wankel ha un rotore triangolare a 3 lati, all’interno di un alloggiamento ovale a 2 lobi, il EngineX ha un rotore ovale a 2 lobi in un alloggiamento a 3 lati. Il motore X cattura i principali vantaggi del Wankel, tra cui :

  • Elevato rapporto potenza/peso — Engine X a un rotore si comporta come un 3 cilindri a 4 tempi
  • Semplicità – avendo solo 2 parti mobili – un rotore e un albero
  • Come il Wankel tradizionale: è intrinsecamente bilanciato senza componenti oscillanti, quindi con vibrazioni minime
  • 5 volte il rapporto peso/potenza (potenza specifica) e potenza/volume (densità di potenza) e fino a 3 volte il rapporto coppia/peso (coppia specifica) rispetto ai motori diesel a pistoni di potenza simile;
  • Capacità multicarburante, con test iniziali incentrati sui carburanti JP-8/Jet-A per applicazioni di difesa e aerospaziali.

A differenza del Wankel, tuttavia, ci sono diversi elementi chiave di differenziazione che risolvono la maggior parte delle carenze di progettazione del vecchio Wankel

engine-x motore liquid-engine

Nel ramo urbano potrebbero trarne enormi benefici i taxi aerei, una delle principali scommesse intraprese dai player di settore per la mobilità del domani. Se guardiamo, invece, al presente, avrebbero di che ringraziare le Case produttrici di vetture ibride ed elettriche. L’unica possibile nota dolente, evidenziata dai detrattori, consiste nell’eventuale carenza di litio, ma il clima resta comunque ottimista.
Per maggiori informazioni puoi visitare il sito del produttore

Video correlati sulla tecnologia Liquid Piston X-Engine

Marca:    Argomento: 
Share to...