in

Bollo auto domiciliato: sconto passa dal 10 al 15% in Lombardia

La tassa di proprietà della vettura ridotta del 15% se c’è addebito sul conto corrente

Bollo auto

La notizia riguarda solo la Lombardia, ma spesso le altre Regioni vanno a ruota, pertanto la novità potrebbe estendersi ad altre aree italiane. Bollo auto domiciliato: sconto passa dal 10 al 15% in Lombardia. Lo prevede il progetto di legge di bilancio per l’anno 2020 appena approvato dalla giunta regionale, che andrà al voto a metà dicembre in Consiglio regionale. 

Quale differenza

Oggi, chi in Lombardia accetta la domiciliazione del bollo auto, si vede addebitare in automatico l’importo sul proprio conto corrente bancario, con sconto del 10% rispetto al bollo intero. Quindi, se la tassa di proprietà della vettura è di 1.000 euro, paga 900 euro col bollo auto domiciliato. Domani, quando la novità entrerà a regime, pagherà 850 euro. 

Lotta all’evasione del bollo auto

Ma perché questa scelta della Regione Lombardia? Per combattere l’evasione fiscale: automobilisti che in passato non hanno pagato il bollo. Il costo della misura è stimato in circa 15 milioni di euro. Da una parte, la Regione invia un sollecito a casa degli automobilisti per il pagamento del bollo arretrato. Dall’altra, lavora a nuovi incentivi su bollo auto e altre entrate regionali per alleviare il carico fiscale dei lombardi, dice l’assessore regionale al Bilancio, Davide Caparini, della Lega. 

Bolli auto, chi paga

L’Agenzia delle entrate ricorda che la tassa di proprietà automobilistica è gestita dalle Regioni e dalle Province Autonome di Bolzano e Trento. Fanno eccezione le Regioni Friuli-Venezia Giulia, Sardegna e, fino all’anno 2015, Sicilia: qui la tassa è gestita dall’Agenzia delle Entrate. Sono tenuti al pagamento della tassa automobilistica coloro che, alla scadenza del termine utile per il pagamento, risultano essere proprietari del veicolo al Pubblico registro automobilistico. Nel sito dell’Agenzia delle entrate, c’è una a funzione che consente di calcolare la tassa automobilistica inserendo tutti i dati necessari per effettuare il calcolo: categoria del veicolo, targa, Regione di residenza, mese di scadenza, anno di scadenza. Volendo, c’è anche il calcolo del bollo tramite inserimento della targa.