in

Fusione FCA-PSA: i numeri del gruppo francese

PSA può contare su quasi 4 milioni di unità vendute all’anno e su di un fatturato di quasi 54 miliardi di Euro

Con la conferma ufficiale arrivata questa mattina, la trattativa per la fusione tra FCA e PSA non è più un’indiscrezione. Il gruppo italo-americano, dopo il fallimento della trattativa con Renault, ha scelto nuovamente la Francia per individuare il nuovo potenziale partner con cui dar vita ad un gruppo industriale che si candida a diventare uno dei leader del settore automotive internazionale.

PSA è uno dei principali gruppi del settore auto in Europa (per volumi di vendite è secondo solo al colosso Volkswagen) e potrebbe dar vita insieme ad FCA ad un nuovo soggetto in grado di giocare un ruolo di primo piano sia in Europa che in Nord America con ottimi numeri anche in Sud America, Medio Oriente ed Africa e con l’ambizione di poter unire le forze per tentare un’espansione in Asia.

PSA: nel 2018 ha venduto 3.9 milioni di auto in tutto il mondo

Dal punto di vista commerciale, PSA può contare su circa 3.9 milioni di unità vendute all’anno in tutto il mondo (risultato raggiunto nel 2018). Una consistente fetta delle operazioni del gruppo francese è legata al mercato europeo dove lo scorso anno PSA ha venduto un totale di 3.1 milioni di unità e nel 2019 ha già raggiunto quota 1.9 milioni di unità con Peugeot che, con le sue 728 mila unità consegnate, registra volumi superiori a tutto il gruppo FCA messo assieme

PSA può contare su un buon giro d’affari in Medio Oriente ed Africa, con circa 290 mila unità vendute lo scorso anno. Buoni dati anche in Sud America dove nel 2018 il gruppo francese ha consegnato circa 175 mila unità. In Cina (con la JV Dongfeng Peugeot-Citroën), dopo netto calo registrato negli ultimi anni che ha portato le vendite del 2018 a toccare quota 260 mila unità (ma il primo trimestre del 2019 si è chiuso con una flessione del -60%), PSA ha avviato un progetto di ristrutturazione che mira al raggiungimento del target di 400 mila unità vendute nel 2025.

Per quanto riguarda i risultati finanziari, dopo 9 mesi di 2019, PSA ha ottenuto ricavi per quasi 54 miliardi di Euro con un calo pari al -0.2% rispetto ai dati dello stesso periodo dello scorso anno. Per la divisione auto i ricavi sono stati di 42 miliardi di Euro (-0.7%) mentre Faurecia, azienda che si occupa di componentistica, ha registrato ricavi per 13 miliardi di Euro con una crescita del +1.2%. Le unità vendute in tutto il mondo da PSA nel corso dei primi 9 mesi del 2019 sono state 2.57 milioni, con un calo del -10.6%. In Europa, come sottolineato in precedenza, il gruppo ha già venduto 1.9 milioni di unità registrando un risultato in linea con i dati dello scorso anno.

Brand di Auto nel mondo infografica

Tra i principali azionisti c’è lo Stato francese e la cinese Dongfeng Motor

Per quanto riguarda l’azionariato di PSA, invece, il gruppo francese presenta una struttura molto particolare in cui lo Stato francese, tramite Bpi France, gioca un ruolo importante (anche se non allo stesso livello di Renault). La famiglia Peugeot, il colosso cinese Dongfeng Motor e lo Stato francese possono contare su una quota del 12,23% delle azioni di PSA ciascuno ma con diritti di voto differenti. Peugeot e Dongfeng Motor hanno, infatti, il 19,5% dei diritti di voto mentre lo Stato francese si ferma al 9,75%. Da notare che i dipendenti del gruppo hanno una quota dell’1.92% con il 2.56% dei diritti di voto.

Lo scorso agosto, alcune indiscrezioni avevano suggerito una possibile uscita di scena da parte di Dongfeng Motor. I rumors, non confermati, evidenziavano come l’azienda cinese stesse valutando la vendita della sua quota di PSA nell’ottica di una valorizzazione della sua partecipazione. Dongfeng Motor, stando ad alcune agenzie di stampa americane, avrebbe preso contatti con alcune società di consulenza. Al momento, non ci sono informazioni in merito al parere della casa cinese sulla trattativa con FCA.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento