in

Fiat Chrysler Automobiles interessata al California emissions pact

Sarebbe interessata anche Mercedes al patto sulle emissioni

Fca

Il California emissions pact pare stia convincendo molto le case automobilistiche. Il patto proposto dallo Stato americano prevede delle forti misure contro gli standard di emissione delle auto tradizionali.

Attualmente, l’accordo è stato firmato da Ford, Honda, Volkswagen e BMW e prevede l’impegno dei marchi automobilsitici di costruire auto sempre più efficienti ogni anno fino al 2026 in modo da limitare la diffusione di veicoli inquinanti.

FCA logo
Fiat Chrysler Automobiles potrebbe aderire all’accordo sulle emissioni previsto in California

Fiat Chrysler Automobiles: il gruppo potrebbe aderire presto alla misura contro le emissioni

Anche Fiat Chrysler Automobiles sarebbe interessata, assieme a Mercedes, alla sottoscrizione del patto, in base a quanto rivelato dal New York Times. Tuttavia, dovranno fare i conti con Donald Trump, presidente degli Stati Uniti d’America, che è contrario alle questioni riguardanti i cambiamenti climatici e alla riduzione delle emissioni.

Nei mesi scorsi, proprio Trump ha convocato i rappresentati di Toyota, FCA e General Motors per dire loro di non firmare assolutamente il California emissions pact. Dei 3 gruppi soltanto quello guidato da Mike Manley non ha ancora dato l’ok ma potrebbe farlo presto assieme a Mercedes.

Oltre alla California, altri 13 stati sono intenzionati a rispettare gli obiettivi fissati da Obama. Questi impongono alle case automobilistiche di ridurre di quasi la metà il consumo di carburante entro il 2025. Il New York Times, infine, riporta anche che alcuni costruttori di auto hanno incontrato un funzionario di Donald Trump per parlare proprio di questa misura.