in

Fusione FCA-Renault: il CEO della casa francese commenta il fallimento della trattativa

Thierry Bolloré conferma che non ci sono trattative in corso

Fiat Chrysler e Renault

Il CEO di Renault Thierry Bolloré è tornato a parlare del fallimento della trattativa di fusione tra FCA e Renault. Nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano Les Echos, infatti, il manager della casa francese ha risposto ad alcune domande relative alla proposta d’alleanza presentata, e successivamente ritirata, dal gruppo FCA. 

Secondo quanto dichiarato da Bolloré, la proposta di FCA era molto vantaggiosa per il gruppo Renault. Il manager ha anche sottolineato che, pur non essendo più in corso una trattativa, non è detto che, in futuro, le due aziende non possano tornare a discutere di una fusione. “Non bisogna mai dire mai, ma ad oggi, non ci sono più trattative in corso”. Ricordiamo che anche il Presidente di Renault ha confermato che al momento non c’è una trattativa con FCA.

Le ultime dichiarazioni del CEO di casa Renault confermano che diversi esponenti della casa francese erano nettamente a favore della proposta avanzata da FCA, giudicata da diversi osservatori molto vantaggiosa per il gruppo francese. 

Il fallimento della trattativa tra FCA e Renault è legato alla posizione dello Stato francese e di Nissan

A pensarla diversamente, come già riportato in passato, è stato il Governo francese, principale azionista di Renault, che, come confermato da diversi report nei giorni della trattativa, ha fatto di tutto per “prendere tempo” al fine di valutare al meglio il parere di Nissan, alleato storico di Renault e partner fondamentale (secondo lo Stato francese in particolare) per il futuro del gruppo francese. 

Il ruolo di Nissan nella trattativa è stato marginale ma, per molti aspetti, decisivo. Ufficialmente, infatti, la casa nipponica non ha preso posizione in merito alla proposta di alleanza avanzata da FCA a Renault. Il mancato appoggio ufficiale a tale proposta da parte di Nissan potrebbe essere stato uno degli elementi principali ad aver causato la posizione attendista dello Stato francese ed il ritiro della proposta di FCA. 

Se ci saranno margini per una riapertura della trattativa tra FCA e Renault, molto probabilmente, lo scopriremo già nel corso dei prossimi mesi. Il gruppo FCA, infatti, continuerà la sua ricerca di un partner con cui avviare nuovi progetti di crescita futura. Nel frattempo, Renault cercherà di rafforzare la sua alleanza con Nissan e, dopo aver raggiunto tale obiettivo, potrebbe concentrarsi sulla riapertura di una trattativa con il gruppo FCA. Ulteriori dettagli sulla questione potrebbero arrivare nel corso delle prossime settimane.