in

Il CEO di Renault dice che “nulla” sta accadendo attualmente con Fiat Chrysler

Thierry Bollore ha detto che attualmente non c’è nulla che possa accadere tra la casa automobilistica francese e Fiat Chrysler

Fiat Chrysler e Renault

Il CEO di Renault Thierry Bollore ha detto che attualmente non ci sono novità rilevanti nei rapporti tra la casa automobilistica francese e Fiat Chrysler Automobiles, due settimane dopo la chiusura dei colloqui di fusione volti a creare la terza casa automobilistica del mondo. “Sicuramente, i rimpianti in questo tipo di situazione sono abbastanza normali”, ha detto Bollore a Nuova Delhi, rivolgendosi ai giornalisti durante il lancio della vettura Triber in India, dove la compagnia punta a raddoppiare le vendite entro il 2022. “Al momento, non c’è niente. L’offerta è stata ritirata.”

Attualmente non ci sarebbe nulla che possa accadere tra Renault e Fiat Chrysler

Il dirigente di 56 anni, che ha assunto l’incarico principale a gennaio dopo l’arresto di Carlos Ghosn, ha rifiutato di discutere di una recente spaccatura con il partner Nissan in rappresentanza, ma ha detto che la riduzione del 43 percento di Renault in Nissan non è sull’agenda. La partnership di due decenni tra le aziende è diventata sempre più difficile dall’arresto in novembre di Ghosn, che ha supervisionato entrambe le compagnie e la loro alleanza.

Le discussioni sulla fusione con FCA si sono interrotte bruscamente dopo che il governo francese, il più potente azionista della Renault, ha chiesto un rinvio per ottenere il consenso esplicito di Nissan. FCA ha detto che in Francia non c’erano “le condizioni politiche” per realizzare la fusione quando ha ritirato la sua proposta. Un segnale dallo stato francese di rinuncia della sua influenza su Renault sarebbe stato necessario per la ripresa dei colloqui, hanno detto persone con conoscenza della situazione.

Per la Renault e lo stato, la riparazione del rapporto con Nissan avrà la priorità su un accordo FCA, hanno detto i funzionari. La Francia, in particolare, ritiene che il supporto esplicito del produttore giapponese sia cruciale per il successo di una combinazione FCA-Renault. Nonostante il dito puntato a seguito dei colloqui falliti, Renault, FCA e stato Francese hanno lasciato la porta aperta per un possibile accordo mentre si preparano per i costosi cambiamenti che stanno investendo il settore, come lo sviluppo di veicoli elettrici e autonomi. “Quale sarà il futuro, non lo so”, ha detto Bollore in riferimento a FCA.