in

Elkann promette a Nissan “grandi benefici” dalla fusione FCA-Renault

John Elkann promette che le case automobilistiche giapponesi trarranno grandi benefici dalla fusione di FCA con Renault

John Elkann

Il presidente di Fiat Chrysler Automobiles John Elkann, dicendo di avere “grande rispetto” per Nissan e Mitsubishi Motors, promette che le case automobilistiche giapponesi trarranno grandi benefici dalla sua proposta di fusione di FCA con il loro partner francese Renault. “La nostra proposta di fusione con Renault creerà il potenziale per costruire una partnership globale con tutte e tre queste grandi aziende durante questo periodo di trasformazione senza precedenti nel nostro settore”, ha detto Elkann in una dichiarazione rilasciata al quotidiano giapponese Nikkei.

“Ho un enorme rispetto per Nissan e Mitsubishi, i loro prodotti e le loro attività”, ha scritto. L’apertura di Elkann ai giapponesi è arrivata solo un giorno dopo che la sua azienda ha presentato una proposta formale per una fusione 50-50 con Renault, il partner automobilistico ventennale di Nissan e il maggiore azionista con una partecipazione del 43,4%. Il legame previsto creerebbe un gruppo automobilistico con vendite globali di 15 milioni di veicoli all’anno, comprese le case giapponesi.

La Renault ha detto che il suo consiglio di amministrazione studierà “con interesse” la proposta di FCA. Elkann ha promesso profitti per le case automobilistiche del paese del Sol Levante attraverso una economia di scala più ampia e il rispetto reciproco. Renault è l’azionista di controllo di Nissan, mentre Nissan, a sua volta, è l’azionista di controllo di Mitsubishi. “La nostra proposta alla Renault sarà trasformativa in molti modi positivi”, ha scritto. “Il nostro spirito è quello di trovare uno scopo comune che offra benefici a tutte le nostre aziende, abbracciando Nissan e Mitsubishi come partner stimati e rispettati.” La società risultante dalla fusione sarebbe un’entità FCA-Renault 50-50, dando ai partner giapponesi una voce potenzialmente più piccola ai più alti livelli decisionali.

Il nuovo consiglio avrebbe 11 membri, quattro ciascuno di Renault e FCA, ma solo uno da Nissan. L’attuale alleanza con Renault è supervisionata da un comitato operativo Alliance composto da quattro membri. Seduti in quel consiglio ci sono il presidente Renault Jean-Dominique Senard, il CEO Renault Thierry Bollore, il CEO Nissan Saikawa e il CEO Mitsubishi Osamu Masuko. Nissan e Mitsubishi si sono dette tranquille per quanto concerne la possibile fusione proposta da FCA.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento