in

Fiat Chrysler Automobiles: i sindacati chiedono aiuto a Pietro Gorlier

Bellono e suoi colleghi della Fiom Cgil di Torino sono ancora preoccupatissimi dello stato di salute delle fabbriche piemontesi

Fiat Chrysler Automobiles sindacati aiuto Pietro Gorlier

Poche ore fa Pietro Gorlier è stato nominato nuovo responsabile dell’area EMEA per Fiat Chrysler Automobiles. Sappiamo come gli stabilimenti italiani del gruppo automobilistico italo-americano non stanno attraversando un periodo fiorente. Infatti, FCA spesso fa ricorso agli ammortizzatori sociali per sfuggire al calo della produzione dovuto a una diminuzione della domanda delle sue auto in tutto il mondo.

Adesso, i sindacati italiani sono preoccupati della situazione e quindi chiedono aiuto al nuovo capo delle regioni EMEA. Federico Bellono, segretario della Fiom Cgil di Torino, chiede di incontrare quanto prima Pietro Gorlier per parlare del futuro delle fabbriche Fiat Chrysler presenti nel nostro Paese ora che finalmente Mike Manley ha completato la nomina di tutti i dirigenti.

Fiat Chrysler Automobiles sindacati aiuto Pietro Gorlier
Pietro Gorlier, nuovo capo area EMEA in FCA

Fiat Chrysler Automobiles: Pietro Gorlier ora dovrà occuparsi degli stabilimenti piemontesi

Bellono e i suoi colleghi sperano anche che ben presto vengano fatti degli investimenti per cercare di ripristinare l’occupazione che va a mancare sempre più nei siti italiani. Oltre a questo, il segretario ricorda che tutti i dipendenti di Fiat Chrysler Automobiles stanno aspettando risposte già da un bel pezzo.

Dato che Pietro Gorlier è torinese, molti sperano che possa velocizzare gli investimenti tanto attesi e in particolare quelli relativi agli stabilimenti FCA presenti in Piemonte. Esempi sono le fabbriche di Mirafiori e Grugliasco che ormai già da parecchi mesi soffrono molto del calo della produzione. Non ci resta che attendere le prossime settimane per vedere quali mosse verranno attuate.