in

Fiat Chrysler Kokomo: i lavoratori spingono i sindacati verso lo sciopero

I dipendenti degli stabilimenti Fiat Chrysler nell’area di Kokomo sono sul piede di guerra a causa delle pessime condizioni di sicurezza

Fiat Chrysler

Sono passati due mesi da quando gli operai degli impianti di trasmissione di Fiat Chrysler a Kokomo e Tipton, Indiana, hanno votato in massa con il 99,9% dei consensi per autorizzare la United Auto Workers a organizzare uno sciopero a causa delle circa 200 rimostranze locali non risolte, tra cui problemi di salute e sicurezza e l’abuso di impiegati temporanei part-time. Da allora, i funzionari della UAW Local 685 e della UAW International presso la sede della Solidarity House del sindacato hanno ignorato il mandato dei lavoratori e hanno tenuto i lavoratori all’oscuro sulle trattative in corso. Il presidente della UAW locale 685 Rick Ward e il vicepresidente internazionale della UAW Cindy Estrada, hanno chiarito che la UAW non farà nulla per interrompere la produzione e ridurre i profitti dell’azienda.

I dipendenti degli stabilimenti Fiat Chrysler nell’area di Kokomo sono sul piede di guerra a causa delle pessime condizioni di sicurezza

Gli impianti Fiat Chrysler di Kokomo che includono Indiana Transmission I e II, Kokomo Transmission, Kokomo Casting e Tipton, danno lavoro a più di 7.000 lavoratori e sono fondamentali per le operazioni di Fiat Chrysler in tutto il mondo. Nelle ultime due settimane, i lavoratori sono diventati sempre più contrari all’ostruzionismo della UAW e al rifiuto del sindacato di tenere informati i lavoratori. L’orribile incidente capitato a Eric Parsons, che è stato schiacciato da un macchinario riportando una terribile ferita mentre stava lavorando al Kokomo Casting Plant il 5 settembre scorso, ha riportato in auge i problemi di sicurezza sollevati dai lavoratori, che costituiscono la maggior parte delle lamentele che la UAW ha fino ad ora ricevuto dagli operai dello stabilimento.

Preoccupano anche i recenti licenziamenti ad 80 lavoratori part time

Oltre a questo ci sono nuove minacce ai posti di lavoro. Dopo 15 anni, l’ultima trasmissione a cinque marce ha finito di essere prodotta nell’Indiana Transmission Plant II ad agosto, e la fabbrica è attualmente ridotta a meno di 200 lavoratori. Almeno 80 lavoratori part-time temporanei hanno recentemente perso il lavoro, secondo quanto raccontano gli stessi dipendenti della fabbrica. Inoltre, FCA ha subappaltato parte della produzione di trasmissione a 8 e 9 velocità al fornitore con sede in Germania ZF Group, che secondo quanto riferito paga i lavoratori a soli 9 dollari l’ora negli stabilimenti di Gray Court, South Carolina e Lafayette in Indiana.

Con l’accesso a una tale fonte di manodopera a basso costo, non vi è dubbio che Fiat Chrysler stia cercando importanti concessioni in termini di salari, benefici e condizioni di lavoro da parte dei lavoratori di Kokomo. Martedì, i sostenitori del World Socialist Web Site Autoworker Newsletter hanno distribuito centinaia di newsletter ai lavoratori nello stabilimento di trasmissione Kokomo e alle riunioni sindacali organizzate da UAW Local 685.

La newsletter sollecitava i lavoratori a rifiutare l’ostruzionismo della UAW e a “utilizzare l’opportunità degli incontri di oggi per formare un comitato di base per organizzare una battaglia. I lavoratori dovrebbero richiedere l’attuazione di uno sciopero delle 12:01 di lunedì 24 settembre per consentire alla società di far fronte a tutti i reclami in sospeso.” John, un lavoratore che da due decenni lavora nello stabilimento, ha ricordato lo scandalo di corruzione che ha travolto la UAW, che ha comportato il pagamento di milioni di dollari in tangenti a negoziatori sindacali per firmare contratti favorevoli a Fiat Chrysler. Il dipendente ha dichiarato: “I lavoratori non sono felici con la UAW qui.” 

Fiat Chrysler Automobiles

Secondo i lavoratori che hanno partecipato alle riunioni sindacali, il presidente della UAW locale 685 Rick Ward ha cercato di aggiornare i raduni il più rapidamente possibile per evitare qualsiasi discussione da parte dei membri che hanno votato all’unanimità per uno sciopero. Ward ha aperto l’incontro del mattino annunciando di essere sorpreso dalla maggiore affluenza poiché non c’era niente di speciale nell’incontro o nulla di nuovo da segnalare. Quindi ha chiuso in fretta la riunione senza fare commenti.

Alla sera, un veterano autoproduttore ha preso la parola e ha criticato aspramente lo stallo della UAW. Secondo i rapporti forniti alla Newsletter WSWS Autoworker , l’operatore ha fatto riferimento al grave infortunio di Eric Parsons presso l’impianto di fusione e ha quindi chiesto un voto da parte dei membri per scioperare lunedì per combattere per la risoluzione di tutte le lamentele in sospeso e per difendere i posti di lavoro.