in

Indotto Stellantis: a Cassino arriva HT&L Fitting per Grecale e Tonale

Si espande l’indotto Stallantis di Cassino, ora che l’area industriale dove insiste il Cassino Plant viene implementata dalla HT&L Fitting

Si espande l’indotto Stellantis di Cassino, ora che l’area industriale dove insiste il Cassino Plant del Gruppo nato dalla fusione tra FCA e PSA viene implementata dalla HT&L Fitting ovvero un’azienda utile all’implementazione di componenti che saranno destinate al nuovo Maserati Grecale ma anche all’Alfa Romeo Tonale.

Il complesso di HT&L Fitting sorgerà a poche centinaia di metri dallo stabilimento Stellantis e risulterà utile per l’assemblaggio di cerchi e ruote dei nuovi modelli a marchio Maserati e Alfa Romeo già citati. Parliamo di un player di respiro mondiale con sedi produttive non solo in Italia, ma anche in Russia, Marocco, Serbia e Polonia. Insomma, un’azienda leader del settore con una capacità produttiva che sfiora 9 milioni di unità specializzata nel tyre fitting, ovvero nell’assemblaggio di elementi gomma-cerchio.

Stellantis ha scelto HT&L Fitting come partner nell’assemblaggio dei componenti citati delle nuove Grecale, che sarà realizzata proprio al Cassino Plant, e Tonale che invece ragionerà su Pomigliano d’Arco. Si tratta peraltro del terzo stabilimento italiano che segue a quelli di Melfi e Grugliasco.

HT&L Fitting
HT&L Fitting

Per l’indotto Stellantis un’azienda ben strutturata

La HT&L Fitting ha cominciato le sue attività nel 1994 in accordo con Bertone e Pininfarina mentre già nel 1996 tratta la possibilità di divenire fornitore unico di Fiat. La cosa si concretizza a partire dal gennaio del 1997 quando HT&L Fitting diviene fornitore unico degli stabilimenti di Arese, Mirafiori, Rivalta e Termini Imerese di casa FIAT. I rapporti col Gruppo FIAT proseguono con la rilevazione delle attività di Sevel ad Atessa nel 2003, quindi con l’acquisizione delle attività provenienti da Michelin e Pirelli per lo stabilimento di Melfi nel 2006. Nel 2013 approda in Serbia per la fornitura di FIAT Serbia, quindi in Cina per fornire la nuova joint venture sorta tra FIAT e GAC.

Cresce quindi l’indotto Stellantis di Cassino, con la volontà da parte di HT&L Fitting di produrre importanti investimenti nell’area e nuovi valori occupazionali. L’investimento dell’azienda segue al recente approdo nel medesimo indotto del Gruppo di Power4Future, ovvero la società partecipata da Fincantieri che proprio a Cassino realizzerà presto una nuova Gigafactory.

Ovviamente c’è soddisfazione nelle parole del CEO di HT&L Fitting, Enrico Maria Rosso, che ha ammesso:

“Stellantis ci ha dato fiducia volendoci come fornitori dei due nuovi modelli, Maserati Grecale e Alfa Romeo Tonale. Abbiamo deciso di insediarci a Cassino con un Plant innovativo perché qui abbiamo trovato un HUB perfetto. L’ecosistema è solido ed efficace; questo ci ha permesso di formalizzare la decisione rapidamente”.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento