in

Rimozione del gancio di traino dell’auto, la nuova legge

Per snellire la burocrazia, arriva una nuova legge sulla rimozione del gancio di traino dell’auto. Tutto è nel decreto del ministero delle Infrastrutture del 5 novembre 2021 (a beneficio di chi ci legge e vuole fare “copiancolla”, Gazzetta Ufficiale del 17/11/2021): è stato aggiornato l’allegato “A” del decreto ministeriale 8 gennaio 2021.

Cosa cambia? Non occorre più portare il veicolo in Motorizzazione per il collaudo, neppure quando si vuole togliere il gancio di traino da un’auto. E prima com’era la regola? Questa esenzione era prevista solo per l’installazione del gancio di traino. Adesso sia l’installazione sia la rimozione vengono certificate dalle officine autorizzate.

rimozione del gancio di traino 3

 

Rimozione del gancio di traino: occhio alla norma

Più precisamente, non è più necessario sottoporre a visita e prova in Motorizzazione le seguenti modifiche ai veicoli. Per le quali l’aggiornamento della carta di circolazione avviene a seguito dichiarazione dell’officina che ha provveduto alle modifiche stesse.

1. Sostituzione serbatoio GPL del sistema di alimentazione bifuel o monofuel.

2. Installazione o (attenzione) rimozione del gancio di traino sui veicoli M1 e N1.

3a. Occhio al cambiamento chiave. Installazione per sostituzione di attacco sferico montato sul timone di rimorchi di categoria internazionale O destinati ad essere trainati dai veicoli di categoria internazionale M1 e N1.

3b. Installazione o (attenzione) rimozione dei doppi comandi per veicoli da adibire ad esercitazioni di guida;

4. Installazione o (attenzione) rimozione degli adattamenti per la guida dei veicoli da parte di conducenti disabili.

4.1. Pomello al volante; centralina comandi servizi; inversione pedali acceleratore-freno nella configurazione speculare a quella originaria; spostamento leve comandi servizi (luci, tergicristalli); specchio retrovisore grandangolare interno; specchio retrovisore aggiuntivo esterno.

Qual è l’obiettivo del legislatore con la regola sul gancio traino

Il target è uno: facilitare, snellire, velocizzare. D’altronde, ce lo impone anche l’Unione Europea. Il tutto nel massimo rispetto della sicurezza stradale. Non ci si può permettere passi falsi. On base ai dati ACI-Istat sugli incidenti stradali nei primi sei mesi del 2021, abbiamo 5116 sinistri, 1239 morti, 85.647 feriti, in aumento sul 2020 del 31%, del 22% e del 28%. Un incremento ovvio, rispetto all’anno del Covid, il 2020, in cui l’Italia era bloccata a casa. Ma sono comunque numeri brutti.

Looks like you have blocked notifications!