in

Legge Concorrenza 2021: 3 novità per l’auto

Trionfano le compagnie assicuratrici con la legge Concorrenza 2021. Via libera del Consiglio dei ministri del Governo Draghi: ora la palla passa al Parlamento. Invece, il Codice della Strada riformato è già legge. Ci sono 3 novità per l’auto. La più pesante riguarda senza dubbio le assicurazioni Rc auto.

Arriva il risarcimento diretto Rc auto esteso a tutte le compagnie. Il risarcimento diretto, introdotto nel 2007, riguardava solo le compagnie che hanno sede legale in Italia. Sino a ieri, non dovevano sottostare a quest’obbligo le imprese estere. Cioè le imprese che, pur operando in Italia, hanno sede legale in altri Stati. Da domani, con la legge Concorrenza 2021, anche quelle imprese entreranno obbligatoriamente dentro l’indennizzo diretto.

Rammentiamo che, per la stragrande maggioranza di incidenti, la vittima viene risarcita direttamente dalla propria compagnia: questo è il risarcimento diretto. Il debitore (l’assicurazione) stabilisce il rimborso da dare al creditore (l’automobilista).

Legge Concorrenza 2021: assicurazione Rc auto, norma pesante

Assoutenti segnala la canalizzazione forzata del danneggiato verso le carrozzerie convenzionate con le stesse imprese assicuratrici: riparatori che operano al prezzo di manodopera imposto dalle assicurazioni. Evidenziate anche diverse storture come penali a carico dell’automobilista che “osa” rivolgersi al carrozziere indipendente, di fiducia.

La legge Concorrenza del 2017 dispone quanto segue: il danneggiato ha diritto al risarcimento integrale del danno. Senza penali. Come sottolineato da innumerevoli sentenze.

Sentiamo la Corte Costituzionale: con sentenza interpretativa di rigetto 180 del 2009 ha chiarito che il risarcimento diretto è facoltativo: il danneggiato è libero di scegliere.

Ma il risarcimento diretto abbassa i prezzi Rc auto? Ascoltiamo il presidente Antitrust Antonio Catricalà nel 2011: “Il meccanismo dell’indennizzo diretto non ha funzionato. Rimangono squilibri nei premi pagati tra gli assicurati in base alla provenienza geografica evidenziando anche, a differenza di altri Paesi europei, notevoli aumenti dei premi nel 2010”. Catricalà ha auspicato una riforma di sistema che rilanci la competizione tra le imprese.

Così stando le cose, perché allora estendere il risarcimento diretto con la legge Concorrenza 2021? Un mistero. Nessuno lo sa.

Altre due novità della legge Concorrenza 2021

Due. Ci saranno gare per l’installazione delle colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici in autostrada. Finora, la legge Bilancio 2021 è stata un flop: pochissime colonnine veloci sulle autostrade.

Tre. Delega al Governo per la riforma del servizio pubblico non di linea, con la possibile introduzione, anche in Italia, dei servizi di ride hailing, cioè di servizi automobilistici con autista via. Arriva “l’adeguamento dell’offerta di servizi alle nuove forme di mobilità che si svolgono mediante applicazioni web che utilizzano piattaforme tecnologiche per l’interconnessione dei passeggeri e dei conducenti”.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento