in ,

Decarbonizzazione della mobilità: competenza di Stato e Regioni

Deve tutto l’apparato centrale di Roma? No, la transizione ecologica passa per gli Enti locali

Decarbonizzazione della mobilità (2)

Saranno anche piene di costi politici, avranno tanto da fare, ma il passaggio al verde dipende anche da loro: le Regioni. Infatti, la decarbonizzazione della mobilità è di competenza di Stato e Regioni. Lo rammentano i gestori di carburante. Ossia Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio: splendide realtà italiane.

La materia complessiva della decarbonizzazione della mobilità tocca trasversalmente competenze statali e competenze concorrenti statali e regionali. Bisogna prendere l’articolo 117, secondo comma, della Costituzione: allo Stato compete, in via esclusiva, la potestà legislativa per la “tutela dell’ambiente, dell’ecosistema”. Appartiene invece alla potestà legislativa concorrente tra Stato e Regioni, ai sensi del terzo comma, la materia della “produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia”.

Decarbonizzazione della mobilità: i punti chiave

C’è poco da fare. Bisognerà che le Regioni si muovano. Per la Costituzione. Alle Regioni va demandata la disciplina, con legge, delle modalità e delle procedure di assegnazione delle concessioni. Allo Stato compete fissare obiettivi, criteri e parametri cui le leggi regionali dovranno attenersi. Cioè?

  1. Il numero minimo di stazioni di rifornimento ad alta potenza e degli altri impianti per la fornitura di prodotti energetici decarbonizzati da realizzare in rapporto alla popolazione, con i relativi obiettivi intermedi.
  2. La durata delle nuove concessioni, in relazione alla complessità delle proposte progettuali presentate e all’importo degli investimenti.
  3. I criteri per fissare le distanze minime e massime da rispettare tra le stazioni di servizio e per garantire una fornitura adeguata anche ai Comuni isolati.

Il futuro dell’auto elettrico passa per le Regioni. Gli automobilisti si ricordano della Regione quando pagano il bollo auto, mega tassa regionale sulla proprietà della macchina. Siamo sicuri che, fra qualche anno, si rammenteranno delle Regioni anche quando guideranno la loro auto elettrica.

Ma qual è lo strumento migliore per individuare gli obiettivi nazionali? Il Piano nazionale integrato per l’energia e il clima (Pniec). Per avere la valenza di atto di indirizzo e coordinamento alle Regioni e alle Province autonome, va emanato con decreto del Presidente della Repubblica.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento