in

Multe Autovelox: ecco perché senza banchina il verbale può essere impugnato

Se un tratto di strada è sprovvisto di banchina, la multa è nulla se comminata tramite autovelox.

Il Prefetto boccia gli autovelox

Quando si parla di autovelox e di multe per eccesso di velocità ricorsi e contestazioni sono sempre all’ordine del giorno. Taratura delle macchinette, obbligo di segnalazione delle postazioni fisse e altri cavilli normativi sono alla base dei ricorsi che spesso gli automobilisti sanzionati da queste “terribili” macchinette presentano alle autorità competenti.
Oggi affrontiamo il caso della strada priva di banchina che stando alle regole, renderebbe le multe prese dagli automobilisti per il tramite degli autovelox, illegittime proprio in virtù dell’assenza di banchina nel tratto di strada.

Banchina, di cosa si tratta?

La banchina altro non è che quella parte di strada che è lasciata libera per i pedoni o per i veicoli in avaria. Si tratta dello spazio al lato della strada, quando non c’è marciapiede, in cui dovrebbero passare i pedoni o lo spazio al lato della strada che potrebbe servire per la sosta dei veicoli che hanno problemi tecnici improvvisi.
In linea generale la banchina si trova nelle strade extraurbane, oppure in quelle urbane a scorrimento veloce. E sulla banchina la circolazione dei veicoli non è ammessa a meno che non ci sia emergenza a livello di avarie del veicolo come detto in precedenza.
Il Codice della strada per definizione sottolinea che la banchina è quella parte di strada “compresa tra il margine della carreggiata ed il più vicino tra i seguenti elementi longitudinali: marciapiede, spartitraffico, arginello, ciglio interno della cunetta, ciglio superiore della scarpata nei rilevati”.

È nulla la multa da autovelox sulle strade senza banchina

Ciò che diciamo è che la multa per eccesso di velocità da autovelox è nulla se la strada dove la macchinetta è posizionata e dove l’automobilista passa con il proprio veicolo è senza banchina. La banchina non fa mai parte della carreggiata essendo uno spazio esterno alla stessa.
Va ricordato che l’autovelox nelle strade urbane deve essere sempre presidiato dalle Forze dell’Ordine in modo tale da comminare la contravvenzione in tempo reale. Nelle strade urbane a scorrimento, oppure nelle strade extraurbane o nelle autostrade, l’autovelox può anche non essere presidiato ed essere posizionato con rilevazione automatica.
Sulla effettiva validità della multa, con il presidio e la multa contestuale all’infrazione, la presenza o meno della banchina non influisce. Ciò che influisce è l’autorizzazione del Prefetto. Invece nella contestazione dell’infrazione in maniera automatica, come abbiamo detto, con l’autovelox in postazione fissa e senza presidio degli agenti, tutto ciò non serve. Va sottolineato innanzi tutto che l’autovelox deve essere stato autorizzato dalla Prefettura e se arriva la multa a casa, nel verbale ci deve essere il riferimento all’autorizzazione rilasciata. L’ok del Prefetto all’istallazione dell’autovelox non vale nelle autostrade o nelle strade extraurbane principali dal momento che per via della velocità sostenuta consentita dalle norme sulla circolazione, la constatazione seduta stante da parte delle Forze dell’Ordine non è possibile per evidenti motivi oggettivi vista l’impossibilità a fermare i veicoli.
Va ricordato che come sottolinea il Codice della Strada, per strade principali si intendono quelle “a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia, ed una eventuale corsia riservata ai mezzi pubblici, banchina pavimentata a destra e marciapiedi, con le eventuali intersezioni a raso semaforizzate”.
Proprio per questo la strada senza banchina non può essere ritenuta come strada a scorrimento. E pertanto in queste strade se multa deve essere, la stessa deve essere comminata in flagranza dalle Forze dell’Ordine e se arriva a casa da postazione fissa o anche da postazione mobile, senza che gli agenti abbiano fermato il veicolo, la multa può essere nulla.
In pratica, in base a recenti orientamenti della giurisprudenza, non basta una strada a doppia carreggiata anche se divisa da spartitraffico, per permettere la collocazione di un autovelox fisso o lasciato lì dalle Forze dell’Ordine. Solo su strade a scorrimento veloce, strade extraurbane principali e autostrade, munite di banchina, l’autovelox fisso può essere usato per multare i trasgressori.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento