in ,

Incentivi auto benzina e diesel: un terzo già finito

Straordinario successo degli ecobonus statali per comprare una vettura nuova

incentivi auto

Incentivi auto benzina e diesel: un terzo già finito. Straordinario successo degli ecobonus statali per comprare una vettura nuova. A solo due settimane dall’avvio delle prenotazioni da parte dei concessionari, scattate lo scorso 18 gennaio con la legge bilancio 2021, i fondi messi a disposizione fanno boom.

Incentivi auto benzina e diesel: sconti che fanno gola

Dei 250 milioni stanziati ne rimangono 170. Meno desiderati gli incentivi per le auto elettriche e ibride: dei 120 milioni stanziati ne sono stati prenotati 10. Ovvio: le auto a benzina e a gasolio sono sempre le più comode in Italia: non c’è l’ansia da ricarica. Viceversa, per le elettriche, le colonnine sono pochissime. E le plug-in hanno senso se ricaricate spesso: altrimenti si va a benzina, e allora tanto vale comprare quella termica. Incide chiaramente anche il prezzo, che per le elettriche era e resta elevatissimo: in teoria, comunque, con il rottame da dare dentro, si arriva a una riduzione di 10.000 euro.

Vetture che inquinano poco: motori efficienti

Le auto a benzina e diesel incentivate, con emissioni tra 61 e 135 grammi di CO2 al km (comprensive quindi di termiche di ultima generazione), inquinano poco. Hanno motori efficienti. E si toglie dalla circolazione una flotta vetusta di macchine sporche, poco sicure. A beneficio dell’aria e della sicurezza stradale, con riflessi favorevoli pure per i prezzi Rca.

Promozioni da sommare agli ecobonus

Ricordiamo che, agli incentivi statali, si possono sommare i finanziamenti delle promozioni delle Case: un altro taglio al prezzo se la compri a rate. Tutto in straordinaria comodità, perché i bonus auto funzionano alla perfezione: c’è lo sconto alla fonte. Viceversa, per gli incentivi locali, occorre attendere il rimborso eventuale, sempre che ci sia ancora dotazione.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento