in

Jeep guida le vendite di FCA in Giappone, in calo Alfa Romeo e Maserati

Ecco i risultati del 2020 dei marchi di FCA sul mercato import giapponese

I marchi del gruppo FCA registrano risultati contrastanti in Giappone. Il mercato nipponico, in particolare per quanto riguarda le vetture di importazione (una nicchia dell’intero mercato locale), è in calo del -8.7% nel corso del 2020. Per quanto riguarda i brand di FCA, invece, si registra una leggera crescita di Jeep ed un leggero calo di Fiat e Abarth. Nel corso del 2020, inoltre, Alfa Romeo e Maserati fanno segnare dati decisamente negativi.

Jeep è il brand di riferimento di FCA in Giappone

Il brand di FCA che registra i volumi di vendita maggiori in Giappone (sempre per quanto riguarda il solo mercato import) è Jeep. La casa americana registra 1.341 unità vendute nel corso del mese di dicembre, con una crescita del +18.3% nel confronto con i dati dello stesso periodo dell’anno precedente. Considerando tutto il 2020, invece, Jeep fa segnare un totale di 13.588 unità vendute in Giappone con una crescita del +1.7%. Grazie ad un’ottima parte finale di anno, Jeep è riuscita a compensare il calo registrato nei mesi scorsi per via della pandemia.

Jeep Compass

In calo Fiat e Abarth

Alle spalle di Jeep, tra i brand del gruppo FCA, troviamo Fiat. Il marchio torinese ha venduto 743 unità in Giappone con una crescita del +53% rispetto ai dati del dicembre dello scorso anno. La casa italiana, invece, chiude il 2020 con un totale di 5.891 unità vendute ed un calo del -1.6% nel confronto con i dati raccolti nel 2019. Il debutto della 500 Elettrica potrebbe garantire una nuova spinta alle vendite del marchio italiano.

Ottimi dati a dicembre per Abarth. Il brand dello Scorpione, infatti, fa segnare un totale di 381 unità vendute sul mercato nipponico con una crescita del +70.1% nel confronto con i dati raccolti nel dicembre dell’anno precedente. Il 2020 per il marchio italiano si chiude con 2.571 unità vendute ed un calo del -2.2% rispetto al 2019.

Abarth 595 70° Anniversario promozione

A dicembre torna a crescere Alfa Romeo ma il 2020 è negativo

Alfa Romeo, invece, chiude il mese di dicembre in crescita con 276 unità vendute ed un incremento percentuale del +22.7% rispetto al dicembre del 2019. I dati di vendita complessivi relativi al 2020 sono però negativi. In Giappone, infatti, Alfa Romeo ha importato 1.674 unità nel corso del 2020 facendo segnare un passo indietro notevole rispetto al 2019. Il calo percentuale registrato da Alfa Romeo è del -29.4%. 

Per il rilancio sul mercato nipponico, Alfa Romeo continuerà a proporre Giulia e Stelvio e, in particolare, le sempre apprezzate versioni Quadrifoglio. Al momento, non ci sono conferme in merito ad una futura commercializzazione del Tonale sul mercato nipponico. Il C-SUV, in quelle che saranno le sue versioni top di gamma, potrebbe rappresentare un’aggiunta interessante alla gamma.

Ferrari supera Maserati in Giappone

Per quanto riguarda Maserati, registriamo un mese di dicembre molto negativo con 137 unità vendute ed un calo del -18% rispetto ai dati dell’anno precedente. Nel totale relativo al 2020, infine, il Tridente si deve accontentare di 898 unità vendute con un calo del -28.7% nel confronto con i dati raccolti nel corso del 2019. Il rilancio di Maserati non potrà non considerare questi numeri. Il brand del Tridente non può continuare a perdere tutto questo terreno in un mercato come quello nipponico.

In tema di marchi italiani, segnaliamo il 2020 da record di Ferrari che supera, per volumi di vendita complessivi, anche Maserati. La casa di Maranello, infatti, ha distribuito 95 unità a dicembre in Giappone (+14%) portando il totale di unità consegnate alla clientela nipponica nel corso del 2020 a quota 1.085. Ferrari chiude, quindi, il 2020 con una crescita percentuale del +24.7% nel confronto con i dati del 2019.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI