in

I dirigenti di FCA Manley e Palmer potrebbero ottenere milioni di dollari con Stellantis

FCA: Manley e Palmer riceveranno i pagamenti per alcuni possibili cambiamenti di ruolo nella società risultante dalla fusione

FCA Manley

L’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles Mike Manley e il CFO Richard Palmer potranno beneficiare di premi per la conservazione dei contanti per un valore di decine di milioni di dollari dopo che FCA si fonderà con il gruppo PSA per formare Stellantis, mostrano le dichiarazioni della società.

Secondo i documenti, Manley e Palmer riceveranno i pagamenti per alcuni possibili cambiamenti di ruolo nella società risultante dalla fusione, in particolar modo se non saranno nominati nel consiglio di amministrazione di Stellantis.

Quest’ultimo cambiamento è già certo, poiché nessuno dei due è stato nominato per far parte del consiglio di amministrazione di Stellantis, composto da 11 membri, che sarà guidato dal presidente di FCA John Elkann. Manley fa parte del consiglio di amministrazione di FCA da luglio 2018 e Palmer da aprile 2019.

Lunedì gli azionisti di FCA e PSA hanno approvato i termini della fusione di Stellantis, compresi i membri del consiglio designati. L’approvazione apre la strada alla chiusura della fusione il 16 gennaio e alla quotazione pubblica delle azioni di Stellantis il 18 gennaio in Europa e il 19 gennaio negli Stati Uniti.

Il CEO di PSA Carlos Tavares, che sarà anche CEO di Stellantis, sarà un membro del consiglio. Gli azionisti di PSA nomineranno sei membri, mentre gli azionisti di FCA ne nomineranno cinque.  Secondo i calcoli di Automotive News Europe, Manley potrebbe ricevere fino a 51,4 milioni di euro (62,7 milioni di dollari) come premio per la trattenuta in contanti, sulla base del suo ultimo stipendio base pubblicato, del numero di unità di performance share FCA e di unità di azioni limitate FCA concesse entro il suo piano di incentivazione e sul valore del prezzo delle azioni di FCA al 30 dicembre.

Palmer riceverà un trattamento simile per le sue azioni FCA dato a Manley, più una parte del premio pari a quattro volte il suo stipendio base annuale. Il suo premio in denaro potrebbe raggiungere un totale di 16,6 milioni di euro (20,3 milioni di dollari), secondo i  calcoli di ANE .

Elkann ha detto il mese scorso che Manley sarebbe stato il capo nelle Americhe di Stellantis, che comprende l’America Latina e il Nord America. FCA attualmente divide la regione in due attività, con un dirigente che supervisiona l’America Latina e un altro per il Nord America, inclusi gli Stati Uniti, dove sono stati generati quasi tutti i profitti recenti di FCA.

Palmer è visto dagli analisti finanziari e dalle persone vicine alla fusione di Stellantis come il front-runner per diventare CFO della nuova società. Il dirigente britannico è CFO di Fiat Chrysler dal 2011, lavorando a fianco del defunto CEO Sergio Marchionne, scomparso nel luglio 2018.  Ha fatto parte del team che ha gestito la fusione tra Fiat e Chrysler e la quotazione in borsa di FCA negli Stati Uniti. Palmer ha anche gestito il trasferimento di FCA nei Paesi Bassi.

Palmer ha esperienza con la regolamentazione del mercato azionario negli Stati Uniti e in Italia, dove sono quotate le azioni FCA, e nei Paesi Bassi, dove è supervisionata dall’autorità sui mercati finanziari AFM. Le azioni PSA sono quotate solo in Francia. Le azioni di Stellantis saranno quotate negli Stati Uniti (New York), in Francia (Parigi) e in Italia (Milano).

Ti potrebbe interessare: “Charles Leclerc induce Sebastian Vettel a scavare più a fondo” secondo Palmer

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento