in ,

Uscire di casa per spostare l’auto in sosta vietata: oggi si può?

Sì. Basta farne menzione nell’autodichiarazione precompilata

divieto sosta

In piena pandemia, col Governo e i decreti che impongono di limitare gli spostamenti, sorge una domanda: è ammesso uscire di casa per spostare l’auto in sosta vietata? La risposta è sì, altrimenti si prende la multa. Basta portare con sé l’autodichiarazione che attesta il motivo dello spostamento da casa verso l’auto.

Uscire di casa per spostare l’auto in sosta vietata: multa in agguato

Può infatti accadere che la Polizia locale, molto zelante, agisca come se non si fosse nel pieno dell’emergenza coronavirus: multa di 42 euro e rimozione del veicolo. Attenzione, si paga il carro attrezzi, più il trasporto, più il deposito. Dal nulla, saltano fuori spese anche di 300 euro.

Il Comune è in regola con la legge: gli utenti vanno avvisati con segnali da porre almeno 48 ore prima dell’inizio del divieto di sosta. È proprio quello che succede, con segnali temporanei o fissi. Di lavaggio strada o di lavori stradali. Non ha altri obblighi il Comune. Perché il Codice della strada esiste dal 1993, mentre le regole del Covid sono recenti e non hanno tenuto conto di tutti gli aspetti delicati e controversi.

Spese tanto più salate quanto più tempo si lascia la vettura in custodia. È quanto accade a chi subisce il furto della macchina; se viene ritrovata dalle Forze dell’ordine, la vettura viene trasportata e messa in custodia. Il legittimo proprietario poi pagherà tutto.

Multa Covid di 400 euro o di 533 euro? Ricorso

Se si è davvero sfortunati, nel percorso da casa all’auto si viene multati: 400 euro. Oppure 533 euro se la multa avviene quando si è in auto. A questo punto, scatta il vostro ricorso al Giudice di Pace o al Prefetto per far annullare la multa, il tutto basato sulla vostra più che legittima autocertificazione.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI