in ,

Divieti e obblighi sulle autostrade in vista delle vacanze 

Che cosa (non si può) fare quando si viaggia

autostrada-a4-brescia-padova

È recente una novità su divieti e obblighi sulle autostrade. Vediamo il divieto numero uno: sulle carreggiate, sulle rampe e sugli svincoli  è vietato invertire il senso di marcia e attraversare lo spartitraffico anche all’altezza dei varchi, nonché percorrere la carreggiata nel senso di marcia opposto. Se no, multa di 2.050 euro e revoca della patente: ecco il fatto inedito. In più, c’è il fermo amministrativo del veicolo per un periodo di tre mesi. In caso di reiterazione delle violazioni, scatta la confisca amministrativa del veicolo: resta per sempre dello Stato, come provvedimento definitivo.

Divieti e obblighi sulle autostrade: 3 punti chiave

In base all’articolo 176 del Codice della Strada, vediamo le regole. Utili per i viaggi a Natale. Magari in Provincia o in Regione. Non fuori, per il Covid.

Sulle carreggiate, sulle rampe e sugli svincoli delle autostrade e delle extraurbane principali, non si può effettuare la retromarcia, anche sulle corsie per la sosta di emergenza. C’è un’eccezione per le manovre necessarie nelle aree di servizio o di parcheggio. Arrivi in area di sosta, entri di muso, esci col posteriore in retro: tutto in regola.

Non si può circolare sulle corsie per la sosta di emergenza se non per arrestarsi o riprendere la marcia. Né circolare sulle corsie di variazione di velocità se non per entrare o uscire dalla carreggiata.

Quattro gli obblighi:

  1. impegnare la corsia di accelerazione per immettersi sulla corsia di marcia,
  2. dare la precedenza ai veicoli in circolazione su quest’ultima corsia;
  3. per uscire dalla carreggiata, subito la corsia di destra, immettendosi quindi nell’apposita corsia di decelerazione sin dal suo inizio
  4. segnalare tempestivamente il cambiamento di corsia con la “freccia”.

Corsia d’emergenza: quanto tempo?

La sosta d’emergenza non deve eccedere il tempo strettamente necessario per superare l’emergenza stessa. Per esempio, se una persona non sta bene, ha un lieve malore, ok la sosta; ma poi si deve ripartire. E non deve, comunque, protrarsi oltre le tre ore. Decorso tale termine il veicolo può essere rimosso coattivamente: carro attrezzi e macchina trasferita. Con spese di trasporto e custodia: sono dolori, secondo il costo al km.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento