in

Fiat Chrysler citata in giudizio da ex dipendente per uno strano motivo

Un ex dipendente di Fiat Chrysler Automobiles cita in giudizio il gruppo italo americano, ecco perchè

Fiat Chrysler USA Sede Insegna
Fiat Chrysler USA

Un ex dipendente di Fiat Chrysler Automobiles afferma che la società invia avvisi legalmente carenti e “inquietanti” per informare gli ex lavoratori del loro diritto a mantenere la copertura sanitaria dopo aver lasciato il lavoro, secondo una proposta di class action depositata presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto orientale del Michigan.

La causa, presentata mercoledì dall’ex lavoratore Gabriel Greene, contesta gli avvisi che Chrysler invia ai sensi del Consolidated Omnibus Budget Reconciliation Act, la legge federale che richiede alle aziende con 20 o più dipendenti di consentire ai lavoratori di continuare la loro copertura sanitaria dopo che sono stati licenziati. Greene afferma che gli avvisi di FCA tentano di “spaventare le persone dall’utilizzare la copertura sanitaria” includendo un “avvertimento minaccioso” che suggerisce che potrebbero essere soggetti a sanzioni civili o penali se inviano informazioni incomplete quando attivano la copertura.

Le minacce di sanzioni penali e multe IRS semplicemente non hanno posto in un avviso di questo tipo un processo che dovrebbe facilitare le elezioni di copertura sanitaria piuttosto che intimidire le persone a non usare la copertura”, ha detto Greene. “L’aggiunta di tali informazioni scoraggia le persone dall’usare la copertura e distorce le informazioni fornite nell’avviso.”

Nel 2020 sono state presentate più di due dozzine di azioni collettive proposte per presunta mancata notifica di questa estensione della copertura e diversi casi sono stati risolti attraverso licenziamenti o accordi volontari.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler: archiviato parte di procedimento penale contro suo manager per il dieselgate

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento