in

Fiat, Jeep, Lancia, Maserati: il punto sulle vendite in Europa nel 2017

Il gruppo FCA cresce del +9.5% in Europa nei primi 8 mesi del 2017

Dopo aver visto i dati di vendita di Alfa Romeo in Europa, è ora il tempo di concentrarsi sugli altri brand del gruppo FCA che chiude i primi otto mesi del 2017 con un totale di 741 mila unità vendute in Europa (Paesi UE + Efta) con una crescita percentuale rispetto allo stesso periodo dell’anno passato del +9.5%. Il gruppo FCA cresce in modo decisamente superiore all’intero mercato delle quattro ruote che fa registrare, nello stesso periodo di tempo una crescita del +4.4%. 

Per quanto riguarda i brand di FCA, il marchio Fiat fa registrare un totale di 563 mila unità vendute nei primi 8 mesi dell’anno in Europa. Grazie a questi risultati, il brand italiano cresce del +9.7% trascinando, di fatto, l’intero gruppo italo-americano grazie al successo delle sue segmento A, la 500 e la Panda, che coprono circa il 30% delle vendite di tutto il segmento e della famiglia Fiat Tipo. 

Situazione opposta, invece, per il marchio Jeep che, dopo anni di forte crescita, chiude i primi 8 mesi del 2017 con 68 mila unità vendute ed una flessione del -2.5% rispetto ai risultati dello stesso periodo dello scorso anno. Per tornare a crescere il marchio americano punta moltissimo sul successo europeo della nuova Jeep Compass che ha debuttato pochi mesi fa. 

Per quanto riguarda il gruppo FCA segnaliamo anche la flessione del marchio Lancia che, da diversi mesi ormai, vende la sua Ypsilon praticamente solo in Italia. Il brand ha distribuito 44 mila unità da inizio 2017 facendo registrare una flessione del -6%. Chiudiamo la panoramica sulle vendite in Europa dei vari brand di FCA con il marchio di lusso Maserati. La casa del Tridente ha distribuito nel 2017 in Europa un totale di 6.849 unità avvicinandosi sempre di più al target di 10 mila unità per il 2017. 

Fonte

Fiat Tipo S-Design

Fiat Tipo S-Design: la versione speciale debutta sul mercato italiano

Jeep Compass: dal 16 al 24 settembre tornano i “Compass Days”