in

Alfa Romeo Stelvio Cabrio: un’ipotesi suggestiva

Ecco come potrebbe essere la variante cabriolet della SUV del Biscione.

Alfa Romeo Stelvio Cabrio

Questi caldi giorni estivi di agosto avranno certamente influito sui membri della redazione di “Auto Motor und Sport“, dato che sull’edizione digitale della rinomata rivista tedesca è apparsa la ricostruzione grafica della ipotetica Alfa Romeo Stelvio Cabrio.

SUV cabriolet del passato, presente e futuro (ipotetico)

Sul sito della suddetta testata giornalistica non appare solo la variante cabriolet della SUV del Biscione, ma anche la medesima declinazione delle concorrenti tedesche Audi Q5 e Mercedes-Benz Classe GLC, nonché le versioni ‘open air’ dei modelli BMW X6 e Tesla Model X.

La Alfa Romeo Stelvio Cabrio potrebbe essere un’idea per il futuro, anche perché la SUV cabriolet Range Rover Evoque Convertible di Land Rover sta riscuotendo successo. Tuttavia, i precedenti esperimenti in questa direzioni non hanno ottenuto il riscontro sperato, come la SUV cabriolet Nissan Murano CrossCabrio e la monovolume cabriolet Chrysler PT Cruiser GT Cabrio.

Anche Audi anticipò la precedente Q5 con la concept car Cross Cabriolet Quattro, svelata esattamente dieci anni fa, ma la versione di serie non è mai entrata in produzione. Alfa Romeo potrebbe giocare d’anticipo, ma è evidente che la mossa possa essere azzardata.

La gamma sarebbe la stessa della variante standard

Per quanto riguarda la meccanica, l’ipotetica Alfa Romeo Stelvio Cabrio non potrebbe rinunciare al connubio tra la trazione integrale Q4 e il cambio automatico AT8 ad otto rapporti, per la massima sicurezza su strada e il massimo piacere di guida, soprattutto con la capote aperta.

Il motore a benzina 2.0 Turbo, nelle versioni da 200 CV e 280 CV, sarebbe l’ideale per il mercato USA, mentre in Europa spetterebbe al propulsore 2.2 Turbo Diesel, nelle declinazioni da 180 CV e 210 CV, fare la parte del ‘leone’. Il top di gamma, ovviamente, spetterebbe alla versione Quadrifoglio con l’unità a benzina 2.9 V6 BiTurbo da 510 CV di potenza. A livello di allestimenti, infine, le opzioni sarebbero solo due: Super ed Executive.

Spazio alle SUV di dimensioni più compatte e più grandi

La Alfa Romeo Stelvio Cabrio resterà quasi certamente un’ipotesi di “Auto Motor und Sport”, dato che l’ampliamento della gamma della Casa del Biscione nel settore SUV sarà improntato sull’introduzione del modello più compatto e del modello più grande della Stelvio, non sulla realizzazione della rispettiva variante cabriolet con la capote in tela.

Alfa Romeo Giulia vendite in usa

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: la sfida con l’antenata Giulia Sprint GTA

Alfa Romeo, nuove assunzioni in arrivo a Cassino nei prossimi mesi