in

Alfa Romeo Giulia supera Audi, Mercedes e Bmw anche tra le auto aziendali

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia

Alfa Romeo Giulia in soli 7 mesi di commercializzazione è riuscita ad entrare nel cuore di molti automobilisti italiani, come dimostrano i dati di vendita che premiano la nuova berlina del Biscione come auto Sedan di segmento ‘D’ più venduta in Italia, anche più delle rivali tedesche di Audi, Bmw e Mercedes. Oggi vogliamo informarvi che gli stessi risultati la nuova vettura del brand milanese di Fiat Chrysler Automobiles li ha ottenuti anche nel segmento delle flotte aziendali. Possiamo infatti parlare per quanto riguarda i modelli Business di vera e propria partenza sprint in questi primi 7 mesi di sbarco in concessionaria per la nuova auto italiana.

Alfa Romeo Giulia numero uno in Italia tra le berline Business

In base a quanto emerge dai dati pubblicati dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in collaborazione con gli esperti dell’Aci, Alfa Romeo Giulia nel segmento delle auto Business ha totalizzato nel 2016 la bellezza di 3.144 unità. Da sola insomma la berlina del Biscione ha fatto quasi meglio delle tre rivali tedesche messe insieme. Mercedes Classe C, Bmw Serie 3 e Audi A4  hanno totalizzato infatti  4.721 immatricolazioni nel canale Business.

Un po’ mene marcate le differenze tra Alfa Romeo Giulia e le rivali tedesche se si guarda al mercato delle vere e proprie flotte aziendali. Infatti li la Giulia ha raccolto 1.905 unità, davanti a Mercedes Classe C con 1.249 unità, BMW con 1.047 e Audi che ottiene appena 442 immatricolazioni.

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio First Edition: a gonfie vele le ordinazioni

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia molto bene le vendite in Italia anche nel settore Business

Leggi anche: Fiat 500: protagonista del nuovo concorso di Esselunga

C’è da dire che Audi, Mercedes e Bmw fanno molto bene per quanto riguarda il canale Business quando si parla di Station Wagon. Qui un confronto con Alfa Romeo Giulia non si può fare perché non esiste attualmente un modello di questo tipo nella gamma di Giulia. Questo però fa capire che almeno per quanto riguarda il settore aziendale un simile modello di Giulia potrebbe ottenere risultati molto lusinghieri visto e considerato che le tedesche qui ottengono molte più immatricolazioni rispetto ai modelli Sedan. 

A questo punto ci si domanda se questi numeri non possano far riflettere Sergio Marchionne e company che devono ancora decidere se fare uscire o meno un’Alfa Romeo Giulia Sportwagon. L’indecisione deriva dal fatto che tale modello avrebbe mercato solo nel Vecchio Continente. Questo però a detta degli esperti del settore e dei numerosi appassionati che chiedono a gran voce un simile modello potrebbe anche non essere un ostacolo, visto che comunque non si tratterebbe di partire da zero ma basterebbe una semplice modifica alla versione berlina.

Fiat Tipo: porte aperte questo week end per scoprire la nuova gamma 2017

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: nel 2016 il grosso delle vendite negli Stati Uniti