in ,

Bollo auto con domiciliazione in Lombardia: proroga

Arrivano notifiche a casa degli automobilisti

bollo auto lombardia

Hai il bollo auto con domiciliazione in Lombardia? Se sì, ossia se c’è addebito diretto su conto corrente bancario senza che il contribuente agisca per pagare, allora si ha diritto a un’altra proroga causa pandemia di coronavirus.

Bollo auto con domiciliazione in Lombardia: parola alla Regione

Sentiamo cosa dice la Regione Lombardia.

  1. È prevista la sospensione dell’addebito dei bolli in scadenza nei mesi tra marzo e settembre 2020: scatterà il 31 ottobre 2020. L’automobilista non deve attivarsi, fa tutto la Regione.
  2. Per chi ha fatto richiesta di domiciliazione per posta riguardo a bolli in scadenza in questi mesi, saranno accolte se arriveranno in Regione entro il 15 settembre.
  3. Le richieste di domiciliazione inviate online dall’Area Personale Tributi e relative a bolli in scadenza in questi mesi, saranno accolte se perverranno entro il 30 settembre.

Qual è la regola generale

Rammentiamo che, in generale, chi paga senza domiciliazione versa il 100%. Invece, chi dice sì all’addebito su conto corrente ha diritto a uno sconto del 15%. Di qui la foto del sito della Lombardia: 2 mesi gratis.

Che cosa ci guadagna il contribuente oltre allo sconto? Semplice: di sicuro paga e così non incorre in multe e sanzioni da mora con interessi.

Invece che cosa ci guadagna la Regione Lombardia? Incassa soldi con certezza matematica, non deve rincorrere i morosi, non ha costi legali per controversie.

Bolli auto in Italia: quale situazione

Il bollo auto è una tassa regionale di proprietà dell’auto. Ogni Regione si regola come crede. Per la pandemia di Covid-19, gli enti locali hanno di continuo pubblicato sui propri portali online le regole per le proroghe dei bolli auto. Non vuol dire che la tassa non va pagata; significa che andrà pagata dopo la scadenza naturale.