in

FCA: arrestate due persone che avevano partecipato al saccheggio di un suo rivenditore in USA

Almeno due persone sono state arrestate per il loro coinvolgimento nel saccheggio della concessionaria FCA di San Leandro

Almeno due persone sono state arrestate per il loro coinvolgimento nel saccheggio della concessionaria FCA di San Leandro dove vengono vendute auto di Chrysler, Dodge, Jeep e RAM in California domenica 31 maggio. Nel mezzo di un saccheggio diffuso negli Stati Uniti in risposta alla morte di George Floyd mentre era in custodia della polizia il 25 maggio, i ladri hanno rubato 74 veicoli della concessionaria, molti dei quali costosi modelli Hellcat . Lunedì scorso, la California Highway Patrol ha annunciato di aver arrestato due uomini a seguito di una chiamata di un veicolo rubato che sfrecciava sull’Interstate 5 in direzione nord. Il duo stava guidando un Dodge Journey che era stato dotata di un GPS interno dalla concessionaria.

Fox 2 KTVU riferisce che un ufficiale della California Highway Patrol ha tentato di fermare il veicolo rubato, ma l’autista non ha obbedito all’alt, innescando un inseguimento che è durato per 13 miglia (21 km) e ha visto la Dodge raggiungere velocità di 160 km / h. I due sospetti, il ventenne Kahleel Anthony Kaplin e Aaron Duval Powell III, sono stati arrestati dopo che la loro auto ha finito il carburante.

Sabato, in un incidente separato, secondo quanto riferito, gli agenti della California Highway Patrol hanno sparato e ucciso Erik Salgado, 22 anni, al volante di una Dodge Challenger rossa del 2018, presumibilmente rubata dal concessionario FCA di San Leandro. Anche la sua ragazza incinta è stata ferita ed è attualmente in condizioni stabili in ospedale, riferisce Fox 2 KTVU .

Ti potrebbe interessare: FCA: la ripresa della produzione della Panda è una buona notizia anche per lo stabilimento di Termoli

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI