in

FCA prolunga lo stop a Tychy di un’altra settimana

Lo stabilimento Fiat Chrysler di Tychy, che non produce automobili da metà marzo rimarrà chiuso fino al 7 giugno

Fiat Chrysler Tychy
Fiat Chrysler Tychy

Lo stabilimento Fiat Chrysler Automobiles (FCA) di Tychy, che non produce automobili da metà marzo a causa di una pandemia di coronavirus, ha prolungato l’intervallo di produzione per un’altra settimana, fino al 7 giugno. Da precedenti informazioni non ufficiali, provenienti da rappresentanti dei sindacati che operano nella fabbrica si diceva che la precedente proroga dei tempi di fermo, fino al 31 maggio, sarebbe stata l’ultima, e il 1 ° giugno lo stabilimento di Tychy avrebbe dovuto riprendere la produzione di automobili. Alla fine, tuttavia – nonostante gli accordi con i sindacati e l’implementazione di molte procedure di sicurezza nello stabilimento – venerdì è stata presa la decisione che la prossima settimana la fabbrica non produrrà automobili.

“Allo stato attuale, lo stabilimento di Tychy è già pienamente pronto a riprendere la produzione – sia tecnicamente che – soprattutto – in termini di sicurezza e requisiti sanitari” – ha assicurato il portavoce della PAP FCA in Polonia Beata Dziekanowska venerdì, confermando, tuttavia, che la prima settimana di giugno, la fabbrica non produrrà ancora. Inizialmente, si presumeva che l’impianto avrebbe ripreso le operazioni il 30 marzo, dopo un periodo di inattività di due settimane; successivamente, l’interruzione della produzione è stata estesa più volte, a intervalli settimanali.

I preparativi per iniziare la produzione sono in corso nello stabilimento di Tychy. Tra gli altri sono state installate termocamere per rilevare la temperatura elevata dei dipendenti che entrano nella fabbrica e sono state introdotte ulteriori misure di sicurezza nei capannoni di produzione e nelle sale sociali. La mancanza di produzione nella prima settimana di giugno non sarà formalmente un periodo di inattività – venerdì pomeriggio la direzione dello stabilimento si è messa d’accordo con i sindacalisti, per garantire la remunerazione dei dipendenti durante questo periodo.

Prima dei tempi di inattività, la fabbrica di Tychy produceva in media oltre 1.000 auto al giorno – oltre 2,5 mesi di inattività comportano una perdita di produzione di circa 60.000 auto. La società – come avevano affermato in precedenza i suoi rappresentanti – prevede, tuttavia, che dopo il periodo dell’epidemia, la domanda di piccole auto prodotte verrà ripristinata. Lo stabilimento FCA di Tychy, la cui produzione è dominata dalla Fiat 500 costruita qui da quasi 13 anni, ha prodotto un totale di 263 mila l’anno scorso.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler prolunga la pausa di produzione di un’altra settimana in Polonia