in

Fiat Chrysler: stop alla produzione in Serbia a causa del Coronavirus?

Fiat Chrysler starebbe pianificando di interrompere le operazioni nel suo stabilimento di assemblaggio in Serbia a causa del coronavirus

FCA Serbia

Fiat Chrysler Automobiles starebbe pianificando di interrompere le operazioni nel suo stabilimento di assemblaggio in Serbia a causa della mancanza di parti dalla Cina in seguito allo scoppio dell’epidemia del coronavirus. Lo hanno detto persone che hanno familiarità con la questione. L’interruzione segnerebbe la prima volta che un costruttore automobilistico europeo ha dovuto far girare al minimo una struttura in Europa a causa del coronavirus.

L’impianto di Fiat Chrysler in Serbia sorge a Kragujevac. In questo sito produttivo viene prodotta  la Fiat 500L. Nelle prossime settimane dunque questa fabbrica interromperà temporaneamente la produzione a causa della mancanza di sistemi audio e di altre parti elettroniche provenienti dalla Cina, hanno detto persone vicine all’azienda che hanno chiesto di rimanere anonime. Un portavoce di Fiat Chrysler ha rifiutato di commentare.

La società ha dichiarato il 6 febbraio che potrebbe essere necessario chiudere temporaneamente un impianto europeo entro 2-4 settimane se l’impatto del coronavirus continua a peggiorare, portando a problemi di approvvigionamento. I produttori di auto fino ad oggi hanno dovuto affrontare principalmente stop alla produzione nella stessa Cina. La produzione è stata di circa 40.000 unità l’anno scorso, secondo i media serbi, un quarto della capacità totale.