in

FCA-PSA, come sta andando con l’elettrificazione

I francesi di PSA si trovano più avanti in tema di elettrificazione rispetto a FCA. L’accordo dovrebbe produrre effetti positivi se FCA saprà mantenere la sua autorità

Il memorandum di intesa firmato a dicembre dice che il 2020 sarà l’anno giusto per concretizzare la fusione tra FCA e PSA. I due grandi gruppi mondiali formeranno la quarta forza automobilistica a livello mondiale, diventando un gruppo unitario. Sappiamo già bene che a capo del nuovo asse ci sarà Carlos Tavares in veste di CEO con John Elkann che ricoprirà la carica di presidente.

È ormai chiaro che alla base dell’accordo tra FCA e PSA c’è anche la volontà di condividere tecnologia e piattaforme. In questo modo potranno essere affrontate le nuove sfide proposte dalla mobilità del futuro. È chiaro anche che in questo momento in fatto di tecnologia (almeno dal punto di vista dell’elettrificazione) i cugini francesi si trovano un passo (o forse qualche passo) più avanti. Il piano di elettrificazione dei modelli di FCA risulta infatti un po’ indietro rispetto a quanto fatto vedere già da PSA.

Il contributo di PSA

FCA sa bene che ha davanti a sé parecchio terreno da dover recuperare. Ma la strada da percorrere potrà risultare più breve del previsto proprio grazie al contributo che PSA dovrebbe fornire all’interno dell’alleanza. Il gruppo francese possiede già un set di brand che possiedono in gamma un’offerta molto interessante di varianti full electric, ma anche ibride. La nuova Peugeot 208 ne è un esempio ma anche la Opel Corsa che con la 208 condivide la piattaforma. La gamma E-Tense di DS completa il quadro. Si tratta di prodotti molto importanti visto che PSA solamente a gennaio 2020 ha venduto ben 1076 vetture elettrificate di cui 523 full electric e 553 ibridi. Numeri di grande respiro soprattutto se paragonati a quelli espressi da FCA.

Ma FCA sta cominciando a muoversi nella direzione giusta per quello che riguarda l’elettrificazione. Fiat ha infatti elettrificato due dei suoi modelli più venduti di sempre. Sono arrivate in queste settimane le varianti mild-hybrid delle Fiat Panda e 500. La 500 poi verrà prestissimo presentata anche nella sua variante full electric, il primo modello di Fiat destinato al mercato europeo nella sua versione completamente elettrica.

Ma l’elettrificazione dei modelli di FCA passa anche dalla Lancia che presto dovrebbe far debuttare sulla Ypsilon lo stesso sistema mild hybrid visto già sulle Panda e 500. Alfa Romeo invece dovrebbe fare la stessa cosa con la Tonale, magari già al prossimo Salone di Ginevra. Anche Jeep si muove bene con le Compass e Renegade PHEV.

Ma in ogni caso la prossima fusione tra FCA e PSA pende ancora dal lato dei francesi sul versante dell’elettrificazione dei modelli. Bisognerà quindi capire se la fusione verterà su questo aspetto sin da subito e bisognerà capire anche come poter differenziare le gamme dei modelli. Fiat Chrysler dovrà quindi provare a mantenere la sua autorità in tema di modelli, senza perdersi per strada.