in ,

Divieto di fumo in auto: ecco quando

Si parla tanto di divieto di fumo anti-smog: utile rammentare che in parte quel divieto c’è anche in auto

Il sindaco di Milano Sala contro i fumatori: vuole imporre lo stop alle sigarette per combattere lo smog. Non solo blocchi alle auto, specie alle diesel, quindi, ma anche imposizioni ai fumatori. Ma è utile ricordare che fumo di sigaretta e auto non vanno d’accordo: c’è un parziale divieto di fumo in auto.

Divieto di fumo in auto se…

Il decreto legislativo 6/2016 vieta il fumo in auto a certe condizioni. Lo fa in recepimento della direttiva 2014/40/UE sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri relative al tabacco. Più esattamente, alla lavorazione, alla presentazione e alla vendita dei prodotti del tabacco e dei prodotti correlati. All’articolo 51 della legge 16 gennaio 2003, numero 3, e  successive modificazioni, dopo il comma 1-bis, è inserito il seguente: Il divieto di fumo è esteso al conducente di autoveicoli, in sosta o in movimento, e ai passeggeri a bordo degli stessi in presenza di minori di anni diciotto e di donne in stato di gravidanza.

Divieto di fumo in auto: quale multa

Per chi fuma con bimbi o donne incinte viene punito. In caso di violazione, si applicano le sanzioni da 27,5 a 275 euro. La multa raddoppia se la violazione avviene con una donna in evidente stato di gravidanza o davanti a bambini di età fino a 12 anni: massimo 550 euro. Le Forze dell’ordine fermano in guidatore e gli appioppano la multa. Cosa rara, come d’altronde sono pochissime le multe per guida con smartphone o senza cintura.

Divieto totale di fumo in auto?

Occhio: in Parlamento, da anni, si parla di divieto assoluto di fumo in auto, anche quando si è soli. Per tutelare la salute del guidatore e per la sicurezza: la sigaretta può distrarre. Come lo smartphone. Multa di 165 euro, taglio di 5 punti-patente. Alla seconda violazione in due anni (recidiva), sospensione della patente da uno a tre mesi. Come per l’uso improprio del cellulare. Inoltre, se il divieto di Sala diverrà realtà a Milano, il guidatore potrà fumare in auto e quando scende, ma dovrà spegnere la sigaretta se in un’area all’aperto in cui è vietato fumare: qualora il divieto riguardi tutta Milano, il conducente dovrà non fumare non appena scende dalla macchina. E magari altre città, come spesso accade, copieranno il capoluogo lombardo.