Alfa Romeo Giulia, nuove foto spia dei test invernali

di -
Alfa Romeo Giulia

I test dell’Alfa Romeo Giulia continuano a marce serrate in vista del debutto ufficiale della vettura che sarà mostrata in pubblico, in anteprima assoluta, nel corso di un evento speciale fissato per il 24 di giugno al Museo di Arese. Nelle ultime ore, l’utente tumblr Inno88 ha pubblicato in rete quelle che sembrano, a tutti gli effetti, nuovi prototipi, opportunamente celati, della futura Alfa Romeo Giulia impegnati in test drive sui tracciati innevati di Livigno.

I muletti in questione utilizzano la carrozzeria, leggermente modificata, della Maserati Ghibli e presentano, come facilmente visibile dalle foto che vi riportiamo nella galleria alla fine dell’articolo, degli interni realizzati con parti prese in prestito da altre vetture, in particolar modo è evidente il volante con il marchio Jeep. In sostanza, la nuova Alfa Romeo Giulia appare ancora quanto mai nascosta.

Per il momento, Alfa Romeo non ha lasciato trapelare alcuna informazione in merito alla sua nuova berlina che, a quattro mesi dalla presentazione ufficiale, può essere ancora considerata, per la maggior parte, un mistero. Sul design della nuova Alfa Romeo Giulia è stato detto praticamente di tutto e di più. Le ipotesi sono numerose ma il brand italiano sta mantenendo uno strettissimo riserbo, evitando di rilasciare in strada prototipi senza le adeguate camuffature. Sono, infatti, diversi mesi che i test della futura Alfa Romeo Giulia vanno avanti grazie al supporto della carrozzeria della Maserati Ghibli.

Dal punto di vista tecnico, la nuova Alfa Romeo Giulia, lo abbiamo detto più volte, sarà basata sulla nuova piattaforma a trazione posteriore Giorgio che sarà condivisa con il nuovo SUV di Alfa Romeo pronto al debutto, secondo le ultime indiscrezioni, entro la fine dell’anno in corso. La nuova berlina di casa Alfa Romeo potrà contare su di una vasta gamma di motorizzazioni che presenterà alcune differenze sostanziali tra la versione europea e la versione destinata al mercato del Nord America. In Europa, quasi sicuramente, la vettura dovrebbe presentarsi con un motore 2.2 turbodiesel in grado di erogare una potenza massima di 210 CV. Quest’unità dovrebbe essere, dal punto di vista commerciale, uno dei punti di forza della nuova Alfa Romeo Giulia che, in listino, dovrebbe presentare anche il motore, di fabbricazione Ferrari, V6 da 3.3 litri in grado di erogare una potenza massima di circa 400 CV. Per ora, in attesa dell’arrivo di nuove informazioni più dettagliate, non ci resta che contare i giorni che ci separano dalla presentazione ufficiale della nuova Alfa Romeo Giulia che, ribadiamo, avverrà il prossimo 24 di giugno. Nel frattempo riportiamo, qui di sotto, le nuove immagini spia che raffigurano alcuni prototipi della vettura impegnati in alcuni test sulla neve.

  • se è davvero così è miaaaa <3

  • Quoto

  • Salvatore Baglivo

  • Io dovrò attendere la SW!!!!

  • non e’ quella nella foto commento…mi spiace

  • liv81

    finalmente ritorna un’Alfa a trazione posteriore, ormai sono passati 25 anni dall’ultima alfa posteriore, anche se quella era alfa al 100% ma ora nel tempo della globalizzazione auto 100% di casa madre ce ne sono sempre meno purtroppo.
    però gia che sia posteriore fa un notevole balzo in avanti.

  • Michele

    Ci sono in giro una miriade di “proposte” di design E quasi tutte sono belle, non mi preoccupa quindi il design, ma mi preoccupa la motorizzazione base, un 2.2? Purtroppo sarà un deterrente x pareparecchia gente.

    • jonathan

      Come motori stiamo apposto perche anche se non c’è nulla di ufficiale si dice che parte dal 1.4 da 120 cavalli fino ad arrivare al 2.2 e al V6… Quello che preoccupa é proprio il design dato che ci sono delle belle proposte ma 99% faranno di testa propria..e ho paura che non ci sia personalità o che assomigli troppo al design tedesco oppure ancora che non centri nulla col design Alfa

      • Michele

        spero che qualcosa la copino che diamine. Alla fine 155, 156, 159 hanno avuto una bella linea per i rispettivi tempi. Personalmente 156 Giugiaro e 159 le considero ancora belle auto.

  • Matteo

    io personalmente penso che l alfa in fatto di design non debba ne imparare ne invidiare niente a nessuno per esempio vedi alfa 159 brera e spider sono auto uscite sul mercato da quasi dieci anni eppure fanno girare ancora la testa pur non avendo led o luci stroboscopiche come le audi che l unica cosa di bello sono i fari potrei andare avanti citando altri storici modelli o nuovi come 4c ma sarei lungo con questo non voglio dire che l alfa non abbia mai sbagliato qualche modello di auo vedi alfa romeo arna ma piuttosto di fare modelli di auto privi di personalità e che non suscitano nessuna emozione vedi audi puo capitare che possono piacere o non piacere l alfa e un marchio che o si odia o si ama e anche questo il bello di possedere un alfa distinguersi

    • alfa 33

      Concordo appieno. Ti faccio notare però,ad onor del vero,che la “AR.NA:” fu un mostro generato dallo sciagurato accordo con i Giapponesi della Nissan,quando Alfa Romeo era nella fase della disperazione totale,prima dell’avvento Fiat. Di A.R. aveva solo l’indistruttibile motore boxer e poco altro,per il resto,era un obbrobrio griffato Nissan.

  • jonathan

    Qualcuno da dirmi se per caso si potrà assistere alla presentazione al museo di arese oppure ciò sarà possibile solo ai giornalisti? Sono interessato ad andare laggiù per giugno…esami permettendo

  • Giuseppe Knight Risola mamma mee 😮

  • Nicola De Cata

    perchè sulla nuova Giulietta si monterà il motore Ferrari 3.3 e non l’Alfa Romeo Busso 2.5 6V 24V?

  • orazio.bacci

    La Giulietta dovete farla ibrida di ultima generazione più evoluta dell’ibrido,altrimenti nasce vecchia!Actung,ma mi chiamo Orazio.