Gruppo FCA: vendite in crescita nel 2014 del 3,5% in Europa

di -

Fiat Chrysler Automobiles registra incoraggianti dati di vendita nel Vecchio Continente. Nel 2015 rilancio Alfa Romeo e riduzione della gamma Lancia per FCA

Il gruppo FCA (Fiat Chrysler Automobiles) ha registrato una crescita delle vendite del 3,5% in Europa nell’anno 2014, per un totale di 768.000 veicoli. Nel solo mese di dicembre, il gruppo ha totalizzato la crescita maggiore, con un massimo del 7,2% nelle vendite rispetto allo stesso mese del 2013. Fiat Chrysler ha registrato un fatturato globale di oltre 1 milione di veicoli.

Per quanto riguarda il marchio Jeep, controllato da Fiat Chrysler Automobiles e sul cui rilancio il gruppo crede molto, le vendite in Europa sono cresciute di oltre il 70% nel 2014 e del 189,7% solo a dicembre, grazie anche la lancio del piccolo crossover Renegade, che condivide il pianale con l’altra vettura su cui il gruppo Fiat Chrysler fa molto affidamento in termini di vendite, ossia la 500X.
Solo per Fiat in Europa, l’aumento delle vendite è stato del 2,2% l’anno, con 586.000 veicoli. Nel mese di dicembre, sono stati venduti 39.300 veicoli del marchio, con un aumento dello 0,4% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Per la parte che riguarda solo la Lancia / Chrysler, le vendite nel corso dell’anno hanno raggiunto le 72.000 unità, in calo del 3,6% rispetto allo stesso periodo in Europa nell’anno 2013. Nel mese di dicembre, sono state vendute 4700 unità con una quota di mercato dello 0,5%. FCA non ha mai nascosto di voler ridimensionare lo storico marchio italiano, a causa dello scarso appeal che esso, secondo il gruppo, avrebbe sul mercato. E’ infatti intenzione del neonato colosso italo americano dell’automobile, di ridurre la gamma Lancia, entro il 2015, alla sola Ypsilon, togliendo dal listino gli altri veicoli, come la Delta e il Voyager.

Alfa Romeo, brand su cui il gruppo investirà molto nel corso di quest’anno e che lo stesso ha intenzione di rilanciare in primis negli Stati Uniti e poi anche a livello globale, ha chiuso l’anno con una posizione di mercato stabile in Europa, con una quota dello 0,5% del settore. Questo in attesa di vedere i frutti del piano di rilancio del marchio comunicato da Fiat Chrysler a maggio dell’anno scorso e che prevede l’uscita sul mercato, da qui a qualche anno, di ben nove nuovi modelli a marchio Alfa Romeo, tra cui la tanto attesa berlina di segmento D nota finora come Giulia, il SUV gemello del Maserati Levante e una berlina di segmento premium di dimensioni superiori, in attesa anche dell’erede della Giulietta, il cui arrivo è previsto nella seconda metà del 2016.

Per quanto riguarda Ferrari e Maserati, i marchi di lusso del gruppo, le vendite sono raddoppiate rispetto all’anno scorso, con più di 8200 unità vendute, ha detto la società. Sarà interessante vedere la reazione del mercato alla prevista quotazione in borsa per quest’anno del Cavallino Rampante, su cui il gruppo sta lavorando.