Alfa Romeo Stelvio: dimensioni a confronto con la Giulia

Le dimensioni dell'Alfa Romeo Stelvio messe a confronto con quelle della Giulia

Oramai quasi tutti sappiamo del nuovo SUV italiano, l’Alfa Romeo Stelvio, destinato a debuttare tra la fine dell’anno e l’inizio del 2017. Quello che, però, sono in molti a domandarsi è: quali sono le sue dimensioni? Domanda del tutto lecita, visto che c’è già qualcuno che sta pensando di aspettare l’uscita per firmare un bel contratto di acquisto. Solo che le dimensioni sono indubbiamente un parametro chiave per dettare il potenziale acquisto o meno di una nuova vettura.

In rete c’è chi ha preso una delle ultime foto spia dell’Alfa Romeo Stelvio e l’ha messa a confronto con una foto ufficiale dell’Alfa Romeo Giulia, entrambe viste di fianco. Cercando di rispettare le dimensioni effettive, dall’immagine emerge subito che tra la berlina e la sport utility non ci saranno troppe differenze in termini di ingombri. Ad esempio il passo sembrerebbe essere esattamente identico, ossia di 282 centimetri. Anche la lunghezza sembra essere più o meno la stessa o, al più, con una differenza di qualche decina di millimetri. Ricordiamo che l’Alfa Romeo Giulia è lunga 464 cm.

Un po’ più difficile, invece, prevedere le altre dimensioni. Chi ha analizzato a fondo le immagini spia sostiene che l’altezza sarà attorno ai 162 o 163 cm, mentre la larghezza potrebbe essere di un paio di cm maggiore rispetto alla Giulia (che a sua volta è larga 186 cm). E la capacità del bagagliaio? Considerando che due rivali dirette, l’Audi Q5 e la BMW X3, hanno rispettivamente una capienza minima di 540 e 550 litri, possiamo aspettarci un valore simile anche sulla prossima sport utility firmata Alfa Romeo.

Ricordiamo che l’Alfa Stelvio sarà realizzata a partire dal pianale Giorgio a trazione posteriore, lo stesso portato al debutto dall’Alfa Romeo Giulia ad inizio anno. Vista questa parentela meccanica tra le due vetture, anche il parco motori sarà simile. Sicuramente tra le opzioni troveremo il 2.2 Turbodiesel quattro cilindri, con potenze di 150 CV, 180 CV e 210 CV, così come è abbastanza scontato che ci sarà anche il quattro cilindri 2.0 litri turbo benzina da 200 cavalli. Al top di gamma è stato confermato anche l’incredibile 2.9 sei cilindri a V con doppio turbocompressore da 510 cavalli (o anche più) di potenza massima e 600 Nm di coppia motrice, pronto ad equipaggiare l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio.

Per quanto riguarda altre motorizzazioni, sembra che troveremo anche una variante da 280 cavalli del duemila turbo benzina. Sul fronte dei diesel è possibile l’adozione di un V6 da 3.0 litri, derivato da quello delle Maserati Ghibli e Quattroporte, con una potenza massima attorno ai 300 cavalli. La scelta delle trasmissioni prevederà il cambio manuale a sei marce o l’automatico ad 8 rapporti della ZF e sarà possibile anche scegliere tra la sola trazione posteriore o quella integrale 4×4.
  • don vito

    Sara bellissima….

  • Blackimp

    l’unica cosa che mi spiace è che il mondo si sta riempiendo di suv che per la maggior parte delle volte non servono a niente. tecnologia, materie prime, inquinamento maggiore… per nulla. do per scontato che se è stato disegnato con la supervisione dello stesso designer di giulietta e giulia sarà accattivante. io voglio le altre Alfa però 🙂

  • umberto

    Sicuramente sarà una gran bella Alfa Romeo, non mi entusiasma particolarmente perché i suv non sono il tipo di auto che prediligo, però il mercato li vuole ed è giusto darli…. E poi non posso non riconoscere che a livello di comodita sono indubbiamente molto meglio delle auto!

  • lionking

    Anche se è fabbricata sullo stesso pianale, le dimensioni non sono una limitazione. La scelta è sicuramente fatta tenendo conto della tenuta di strada, il piacere di guida e le dimensioni interne. Sarà bellissimo!

  • Des Troyer

    Ancora con sti cambi ZF… Bah!

    • Moi

      Da che mondo è mondo le Alfa migliori degli anni 70/80 hanno montato perlopiù cambi ZF, quindi non vedo dove sia il problema. Per altro si tratta di ottimi cambi, e nessuno ha mai protestato a quei tempi.

      • Des Troyer

        Che ZF sia un ottimo costruttore di cambi nessuno lo mette in dubbio, ma ultimamente questi apparati hanno manifestato più di un problema. Oltretutto FCA sviluppa e produce al suo interno il proprio Twin Clutch Transmission, sarebbe bello vederlo montato almeno su tutte le Alfa.

        • Moi

          A quanto sembra il TCT può essere montato solo su vetture aventi coppia minore di 350 Nm e la Giulia viene allestita con motori aventi coppia pari o superiore ai 380 Nm. Poi non so se esista un cambio a doppia frizione che FIAT produce “in casa” e che sopporta erogazioni maggiori di coppia.

          • Des Troyer

            Esattamente, pur essendo molto leggero e performante, ha questo limite qui. Penso che in FCA abbiano optato per lo ZF sostanzialmente per 2 motivi: è diffusissimo (lo monta anche BMW, pensa un po’), e proprio perché ha questa diffusione è molto più veloce una sua riparazione, sia che la macchina si trovi in Europa, negli USA o da altre parti.

            • Moi

              Se sviluppassero ulteriormente il TCT effettivamente potrebbero aumentare la coppia massima sostenibile e potrebbero implementarlo su una prossima Alfa (magari la prossima seg. C), comunque se dovessero rinnovare la 4C probabilmente vi monterebbero di nuovo tale cambio.
              Più che altro ora in FCA la precedenza sta venendo data allo sviluppo di una gamma ampia e commercialmente valida per Alfa Romeo, quindi credo sia più conveniente appoggiarsi a “certezze” come il ZF piuttosto che iniziare (o proseguire) progetti come il FIAT DCT che potrebbero richiedere tempo e denaro, che ora in FCA non abbondano affatto.

              • Des Troyer

                Decisamente 👍 La 4C ha il suo fine-vita nel 2019 e non dovrebbero rinnovarla. Essendo quasi un modello stand-alone, dubito fortemente che possano avviare una seconda produzione. Su questo modo di pensare sono in sintonia con FCA.

  • ILKönz

    Quindi avrà lo stesso cambio del Q5, del Q7, e praticamente di tutte le BMW automatiche? E ovviamente già si trova pure sulla Giulia…
    Che dire, a Friedrichshafen ringraziano sentitamente eh eh eh eh…