Alfa Romeo Giulietta: La nuova generazione arriverà nel 2018

di -

La scorsa settimana vi abbiamo riportato un nuovo render dedicato alla nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta, l’erede dell’attuale segmento C che rappresenta, senza alcun dubbio, uno dei modelli più attesi del futuro di casa Alfa Romeo, soprattutto per quanto riguarda i risultati nel mercato europeo, potenzialmente terra di conquista per la nuova Giulietta a trazione posteriore.

Con l’avvio della commercializzazione della nuova Giulia, in casa Alfa Romeo si inizia a guardare al futuro e, dopo aver di fatto già programmato il debutto in pubblico del nuovo D-SUV Stelvio, atteso per il prossimo autunno al Salone dell’auto di Parigi, i lavori per lo sviluppo della nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta registrano una decisa accelerazione. Sebbene non vi sia ancora nulla di ufficiale, il progetto della nuova segmento C di casa Alfa Romeo inizia a delinearsi così come la sua data di debutto. La nuova Giulietta, come riportato da diverse fonti in queste settimane, potrebbe essere pronta per la commercializzazione nel corso della prima parte del 2018, andando così a ricoprire un ruolo fondamentale per la crescita delle vendite di Alfa Romeo in Europa e per il raggiungimento del target delle 400 mila unità vendute all’anno da parte del brand.

Rispetto all’attuale modello, che può contare sulla trazione anteriore, la nuova Alfa Romeo Giulietta, basata su di una versione accorciata della piattaforma Giorgio, dovrà garantire un netto passo in avanti, sia in termini di unità vendute che per quanto riguarda i ricavi finanziari dell’azienda. La Giulietta di nuova generazione, infatti, arriverà sul mercato con un listino prezzi superiore rispetto all’attuale modello e potrà contare su di una dotazione più ricca e, soprattutto, un comparto tecnico decisamente più sportivo.

Alfa Romeo Giulietta 2018: render by JTDesign Italy
Alfa Romeo Giulietta 2018: render by JTDesign Italy

Alfa Romeo Giulietta: Tanti punti di contatto con la Giulia

Per ora è ancora presto per poter avanzare ipotesi concrete ma, di certo, non possiamo escludere che la nuova generazione della Giulietta possa debuttare sul mercato con alcuni motori già presenti nel listino della Giulia. In particolare ci riferiamo al 2.2 Turbodiesel da 150 CV che troviamo sulla variante entry level della Giulia ed al 2.0 Turbo benzina da 200 CV, già annunciato da Alfa Romeo ma non ancora disponibile in Europa. In ogni caso, la nuova Giulietta potrà contare su unità meno potenti e più economiche che dovrebbero contribuire ad incrementarne le potenzialità commerciali.

Dal punto di vista del design, i render emersi sino ad oggi sottolineano un punto fondamentale. La nuova Giulietta presenterà tantissimi punti di contatto con la nuova Giulia, soprattutto per quanto riguarda il frontale. Al netto del passaggio da una carrozzeria da berlina ad una da hatchback, la Giulietta dovrebbe riprendere diversi elementi che stanno contribuendo al successo della Giulia, massimizzando il carattere sportivo e strizzando l’occhio ad una clientela dinamica e giovanile.

Per il momento, in ogni caso, non possiamo che restare in attesa dell’arrivo di ulteriori informazioni in merito al progetto che potrebbe far parlare nuovamente di sé già nel corso dei prossimi mesi. In queste settimane, infatti, Alfa Romeo ed FCA sono a lavoro per verificare la possibilità di avviare la produzione della nuova Giulietta a Pomigliano d’Arco, il sito produttivo partenopeo da tempo in attesa di un nuovo modello da produrre da affiancare alla Fiat Panda. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulla questione.

  • Marceruben

    Positivo il family feeling con l’ attuale giulietta e allo stesso tempo con la nuova giulia !!!! Veramente bella e “dannatamente cattiva ” ! Mi chiedo quanto staranno a reputarla una copia della BMW serie 1 ……

    • cipo

      Non vorrei ripetere cose già dette ma .. la BMW serie 1 è una copia della 147..
      e questa idea di nuova Giulietta sembra riprenderne finalmente l’essenza!

  • Paolo Guidi

    Molto bella è chiaro che al momento vediamo una ipotetica ricostruzione grafica che dovrà confermarsi più avanti , però se seguirà questi dettami promette un gran bene .

  • light767

    Francamente spero che comincino a prendere i vizi di audi bmw etc che sfornano auto matriosca. Va bene un po’ di tratti in comune ma non fate auto tutte uguali, già la giulia (seppur molto bella) mi puzza un po’ di germanica su certe linee, avrei preferito una berlina con passaruota alti sopra il livello del cofano in stile 8C ma tant’è.

    Per quanto riguarda il listino, la giulietta attuale già costa diversi soldi se si prende una versione con un minimo di accessori e con il 2.0, andare ancora oltre non ha molto senso visto che la giulia mi pare parta da 35/37 mila euro.