Alfa Romeo Giulia: l’infografica dei fornitori

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia: infografica dei fornitori di componenti sul web

A proposito di Alfa Romeo Giulia, nelle scorse ore sul web è apparsa un’immagine che sta facendo molto discutere gli appassionati del Biscione. Parliamo di un’infografica che mostra un elenco composto da ben 31 fornitori, che hanno contribuito a realizzare la componentistica di Alfa Romeo Giulia. Questa è stata pubblicata da ‘SupplierBusiness.com’ sito in cui è presente anche una versione in formto PDF. Questa immagine mostra l’elenco dei fornitori dei componenti installati sulla nuova berlina del Biscione con cui la casa di Arese si appresta al rilancio nel segmento premium del mercato auto con l’obiettivo di piazzarne almeno 100 mila unità entro la fine del 2017. 

Alfa Romeo Giulia: nell’infografica pochi nomi italiani

Una cosa che salta subito all’occhio di questa infografica è il fatto che essa mette in evidenza che i nomi italiani sono molto pochi, cosa che apparentemente sembra in contraddizione con quanto veniva riportato diverso tempo prima che Alfa Romeo Giulia uscisse e cioè che questa fosse stata realizzata quasi interamente in Italia. In realtà dobbiamo anche dire che molte di queste aziende, sebbene siano straniere,  hanno sedi e fabbriche in Italia, dalle quali il gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha effettuato l’acquisto della componentistica e dunque sebbene provengano da società straniere sono stati comunque realizzati nel nostro paese.

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia: infografica dei fornitori di componenti sul web

Tra i pochi nomi italiani presenti nella lista troviamo Magneti Marelli e Sole. Ovviamente sul web nelle scorse ore quando questa infografica sui fornitori dei componenti di Alfa Romeo Giulia è trapelata non sono mancati i commenti assai critici di tutti coloro i quali hanno messo in evidenza che molte delle ditte fornitrici non sono italiane, visto che in passato molto si era parlato del fatto che la Giulia fosse una berlina quasi completamente ‘Made in Italy’. Nel frattempo sul web continua ad arrivare foto inedite che ritraggono Alfa Romeo Giulia alla Mille Miglia, manifestazione che si sta svolgendo in questi giorni e che si concluderà nella giornata di oggi 22 maggio 2016, dopo essere partita da Brescia lo scorso 19 maggio. 

A breve nuovi aggiornamenti dal ‘Ring’

Infine ricordiamo anche che molto scalpore negli ultimi giorni sta facendo la notizia che a breve Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio proverà a migliorare il tempo registrato nello scorso mese di settembre in pista al Nurburgring in Germania. Si vocifera che il tempo di 7’39” realizzato negli scorsi mesi, sia stato già migliorato di 3 secondi ma che il tempo non sia stato registrato. In questi giorni invece una Giulia Quadrifoglio con cambio automatico proverà a migliorare di circa 10 secondi il tempo, ma questa volta il tempo verrà registrato. In proposito vi informeremo nei prossimi giorni, quando arriveranno nuovi aggiornamenti dal ‘Ring’. 

  • Carlino

    Ci vorrà tempo per l’industria ITALIANA ad adeguarsi a questa qualità.. la realtà al meno per adesso e questa… ma penso che e un inizio eccellente… forza Alfa Romeo !!!!

  • ILKönz

    Quando lo dicevo io…
    Ma cosa credevate, alle panzane del filosofo maglionato? Al 100% made in Italy e altre robe così?
    Svegliatevi una buona volta.
    E già che ci siete ringraziate pure i numerosi fornitori TEDESCHI che tanto odiate, che se non fosse per loro nemmeno questo copia-incolla di BMW vedevate nelle concessionarie eh eh eh…

    • Steve

      Lo so, è dura da mandare giù..pensavate di esservi sbarazzati di noi e invece..prendi un maalox!

    • umberto

      Sei proprio patetico, prima non vedevi l’ora che l’Alfa fosse venduta alla vw e ne dicevi contro il tuo amichetto perché non la vendeva, adesso c’è l’hai con il tuo amichetto perché sulla GIULIA vi sono anche componenti stranieri…. Ma su, sì un po’ coerente con i tuoi deliri, vedi che per far contenti anche gli esterofili come te hanno montato anche qualche componente straniero, almeno se mai ti comprerai una GIULIA (ma non credo che i tuoi padroni ti lasceranno comprarla) non ti sentirai un traditore dei tuoi sodali stranieri.
      Comunque per tua tranquillità ti ricordo che l’Alfa ha sempre montato componenti tedeschi, quindi non vi sono novità…. D’altronde gli stessi produttori tedeschi se vogliono vedere ben utilizzati i loro componenti devono sperare che siano montati su auto vere, quindi su Alfa Romeo!

      • ILKönz

        Sono perfettamente coerente, tranquillo. Questa è una ragione in più per vedere Alfa a gestione tedesca. C’è già tanto di loro in questo modello: abbiamo fatto 30, facciamo pure 31, no?
        Ah per la cronaca, molti di quei fornitori lavorano anche per gli odiati marchi tedeschi di “lavatrici” che tanto disprezzi. Com’è la storia adesso? Su di loro non vanno bene, mentre su un’Alfa diventano per magia ottime componenti?
        Qua di patetica c’è soltanto la tua sempre incredibile propensione ad arrampicarti sugli specchi.

        • umberto

          vedi che non sai neanche leggere…. ho scritto “ben utilizzati”, non che non sono “ottimi”!
          Fanno benissimo a lavorare per i tedeschi, perché il lavoro si prende ovunque….. dopodiché io non odio assolutamente i tedeschi, loro fanno i loro prodotti che a me non interessano (le auto), mentre sulla qualità della componentistica, se è la migliore sul mercato la si compra!.
          chi odia sei tu, e la cosa divertente è che odi le fabbriche Italiane, quindi pensa un po’ chi è patetico!

        • Gianni Polimeni

          Qua di patetico c’è solo la tua ostinazione a voler sputtanare le auto italiane. Ma non capisci che oramai se conosciuto da tutti come un buffone pagato solo per dire stronzate?

    • Gianni Polimeni

      Il ritorno del cazzaro. Rieccolo, quello che vive perennemente ammorbato dai fumi delle VW, inebriato dall’odore della birra tedesca. Quello che qualunque merdata venga prodotta in crucconia è sempre più bella delle altre. Ma fatti un clistere al cervello, poveraccio che non sei altro!!!

  • don vito

    Anche le machine tedesche hano fornitori Italiani…..Magneti marelli,Brembo,Momo,BBS,Pirelli,Fiam,Sparco,Poltrona frau,Marzochi,Sabelt….e tanti altri,oggi le machine sono molto piu international products come una volta.Se guardiamo le supercar sono tutte a meta Italiane.

    • The Joker

      BBS italiana?? E’ tedesca!

      • don vito

        Hai raggione volevo dire OZ….my point is…..

  • Rene

    Va bene tutto, anche a me piace esageratamente, e spero tanto sia la volta buona che risolleverà uno tra i marchi piu gloriosi d’Italia…,MA, fatela finita con sta storia del tempo al ring!!!
    Senza un video a PROVA di quel tempo, non tutti credono alle “sparate” di certi presunti giornalisti…! Da Aprile del 2015, per tutto l’anno, per TUTTI, comprese le aziende produttrici di automobili, vigeva il divieto di provare il record, e in 3 punti del tracciato vigevano dei lmiti di velocità che CMQ rendevano impossibile fare un record!!
    Capite che in base a questo fatto, e a NESSUN video a conprovare questo fantomatico record, i dubbi sulla veridicità di quest’ultimo abbondano!

    Ora speriamo lo facciano per davvero, e REGISTRATO per mostrarlo a tutto il mondo, cosi se veramente sarà cosi veloce, nessuno scettico potrà piu parlare!

    “Following the tragic accident on 28 March 2015, the German
    motorsport association (DMSB) introduced speed limits for races at the
    Nurburgring … [we have] decided to extend these speed limits to other
    activities on the Nordschleife, which is why record drives are currently
    not permitted on the Nürburgring Nordschleife”.

    Among the 72 corners of the circuit a 200km/h (125mph) limit has been set for the approach to Flugplatz (the site of the previous accident), Schwedenkreuz and Antoniusbuche, while
    250km/h (155mph) is set for the Dottinger Hohe straight.

    The speed limits by default make records unattainable, although the restrictions will be reviewed at year’s end.

    Koeniggsegg were preparing a record-breaking run to be filmed for a documentary called Apex.

    Other current record holders include the Renault Sport Megane 275
    Trophy-R, which set a 7min 54sec record as the fastest ever front-driver
    around the iconic track in June last year; while in the same month
    Holden even got in on the bragging rights action, with the VF SS V
    Redline ute at setting a 8min 19sec time to make it the fastest ute to
    ever lap the ‘ring.

    NOT PERMITTED! per tutto il 2015…., spiegatemi come Alfa ha potuto fare il record a settembre 😉

    • ILKönz

      Finalmente un commento lucido di un appassionato del marchio, scevro da ogni tifoseria da stadio che in questi lidi ho visto fin troppo spesso.
      Sono mesi che anch’io chiedo a gran voce un fast lap sul Ring completamente ripreso via camera car. Con la 4C non hanno fatto storie, com’è che invece adesso se la stanno menando così tanto?
      E soprattutto vorrei anche sapere se sono state fatte modifiche al modello in questione rispetto a quello di serie. Perchè se così fosse, allora sono bravi tutti.
      Ma ormai tutto quello che riguarda questa benedetta Giulia è avvolto in una coltre di fumo.